Accesso a internet fondamentale per le smart cities del futuro

L’accesso a internet e la garanzia di una connessione stabile e di qualità alla rete costituisce uno dei punti fondamentali per la realizzazione delle “città intelligenti”, dove i servizi urbani saranno più efficienti, il rispetto dell’ambiente sarà prioritario e il ruolo di ogni singolo cittadino sarà improntato a costituire un reale valore aggiunto.

bando smart city, nuova opportunità per il mezzogiorno
Smart City: nuovo bando per finanziare la creazione di città smart nel Sud Italia

È questo, in estrema sintesi, quanto affermato dal vice presidente della Commissione Europea, e responsabile per l’Agenda Digitale, Neelie Kroes, in un recente intervento istituzionale. Secondo il commissario, l’information communication technology, la tecnologia digitale e la garanzia di una migliore disponibilità di accesso al web costituiranno un elemento determinate nel migliorare la produttività e stimolare nuove idee e innovazioni.

Confronta le offerte ADSL

In particolare, il commissario si è soffermato sull’importanza della qualità dei dispositivi mobili e della loro connettività alla rete, dichiarando come essi diventeranno strumenti per poter avere il controllo di tutte le proprie attività personali e aziendali, in qualsiasi momento e con funzioni ben più avanzate di quelle oggi sperimentabili.

Stabilita tale finalità, il commissario ha poi tracciato la rotta per giungere a questa meta, individuando le leve da azionare per garantirsi uno sviluppo compatibile. La prima cosa da fare – ha affermato – è garantire una migliore connettività, più rapida e stabile. “Insieme alle compagnie telefoniche possiamo abbattere le barriere e pensare in grande” – ha affermato Kroes – “pianificando e investendo in tutta Europa e offrendo ai cittadini più scelte”.

La seconda cosa da fare è invece garantire l’innovazione, e perseguire l’innovazione mediante sforzi congiunti internazionali. Infine, ha poi concluso Kroes, occorre supportare l’open data, la crescita imprenditoriale e dar seguito a quegli investimenti infrastrutturali che non possono più essere ritardati.

Commenti Facebook: