Abuso di alcool: un incidente su cinque è causato dall’ebbrezza

Le cattive abitudini alla guida aumentano, soprattutto tra i giovani. In particolare l’abuso di alcool è diventato una vera piaga: un incidente mortale su cinque è provocato dalla guida in stato di ebbrezza. La Società Italiana di psicopatologia ha effettuato uno studio nei ragazzi di età compresa tra i 10 e i 19 anni ed ha rilevato un numero elevatissimo di richieste di assistenza per ansia e depressione causati dall’utilizzo smisurato di bevande alcoliche. Ecco tutti i dati.

Guida in stato di ebbrezza. Gran parte degli incidenti mortali sono provocati da un bicchiere di troppo

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità 2,5 milioni di giovani ammettono di aver guidato almeno una volta dopo aver bevuto eccessivamente. 20 incidenti mortali su 100 sono causati dall’abuso di alcool e i ragazzi giovani sono i soggetti più a rischio. La Società Italiana di psicopatologia infatti, riporta come tra i ragazzi di anni compresi tra i 10 e i 19 stiamo aumentando le richieste di aiuto per ansia e depressione causati dall’uso di bevande alcoliche.

L’utilizzo costante di alcool infatti, non solo produce assuefazione, ma a lungo andare genera patologie depressive ed aumenta il rischio di tumori.

Mettersi alla guida in stato di ebbrezza è un comportamento pericolosissimo, aggravato dall’abitudine per alcuni, di ingerire veri e propri mix letali di alcolici, miscele in grado di annullare completamente i riflessi alla guida e la capacità di rispondere agli stimoli esterni. L’alcool modifica la percezione della realtà, l’attenzione, ma soprattutto il senso del pericolo e la valutazione delle distanze di sicurezza. Quali mezzi ha adottato l’Italia per arginare il fenomeno dell’abuso di alcool?

La legge italiana prevede che chi ha la patente da meno di tre anni non possa bere prima di guidare, nemmeno entro i limiti della quantità di alcool consentita. Eppure, la realtà è ben diversa, e molti giovani guidano, e sono convinti di poter guidare tranquillamente anche ingerendo elevati quantitativi di sostanze alcoliche, magari cercando di attenuare le conseguenze della bevuta con caffè e acqua, strategie inefficaci quando si supera di gran lunga il limite consentito dalle legge (e dall’organismo).

Le assicurazioni auto sono obbligatorie e consentono di circolare sulle strade, ma non evitano le pesanti conseguenze previste dalle legge per chi guida in stato di ebbrezza. Chi compie abuso di alcool infatti, è soggetto a multe salatissime, elevate quasi quanto le sanzioni erogate per il circolare senza Rc auto, ma che comportano anche la sospensione, e, nei casi più gravi, il ritiro della patente. Senza considerare infine il fatto più grave, ovvero che un incidente mortale su cinque, è causato proprio dalle guida in stato di ebbrezza.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: