A gennaio 6,8 miliardi di spesa con carta di credito

Secondo le ultime rilevazioni Istat, a gennaio 2015 i consumi hanno segnato una sensibile ripresa, crescendo dell’8,3% rispetto allo stesso mese del 2014. L’ecommerce ha segnato un aumento del 19,4%, mentre le vendite attraverso i canali tradizionali hanno segnato un +6%. Aumentati anche gli acquisti con carte di credito.

Acquisti da ecommerce aumentati del 19,4% a gennaio 2015

Gli ultimi dati provenienti dal mondo dell’economia e della finanza offrono un quadro più rassicurante e si intravede la luce in fondo al tunnel. Anche la fiducia dei consumatori inizia a tornare e questo è un segnale confortante.
Occorre tuttavia restare prudenti. E’ lo stesso istituto di statistica ad avvertire che il dato è in parte “drogato” dalle spese presso gli uffici postali, che assorbono 1,5% dell’8,3% complessivo.

Secondo il Barometro Cashless (l’indice sintetico dell’andamento delle spese degli Italiani in termini nominali, rilevato attraverso gli acquisti effettuati con le carte di credito e debito internazionale), le spese effettuate con carta di credito o di debito in totale a gennaio sono state di 6,8 miliardi di euro. Il settore più gettonato per gli acquisti con carta è stato quello relativo a viaggi e trasporti, con il 16,3% del totale, seguito da abbigliamento e calzature (col 14,3%), quindi alimentari (12,3%), servizi vari (13,2%), alberghi e ristoranti (11,5%), dettaglio non alimentare (9,9%), cash advance (9,1%), telecomunicazioni (6%), beni per la casa (5%), informatica e beni digitali (2,3%).
Confronta le migliori carte di credito
Gli acquisti effettuati attraverso gli ecommerce sono aumentati del 19,4%, mentre quelli effettuati attraverso gli altri canali di spesa hanno segnato un aumento del 6%. Del totale di spesa di 6,8 miliardi di euro, 1,3 miliardi sono stati effettuati tramite ecommerce (il 18,9% del totale), mentre gli altri canali di spesa hanno totalizzato 5,5 miliardi (81,1% del totale).

Aumentano anche gli acquisti da siti esteri, con un un +25,4%, mentre gli acquisti da siti italiani segnano comunque un dignitoso incremento del 4,8%.

Commenti Facebook: