Antitrust: ancora multe a Vodafone

Vodafone è stata multata per 115 mila euro dall’Antitrust per pratiche scorrette verso i propri utenti, avendo agito senza la trasparenza obbligatoria del caso.

L’operatore mobile è stato giudicato colpevole perchè non avrebbe aiutato l’utenza a comprendere le procedure per ottenere il rimborso del credito residuo nè le modalità e i tempi necessari.

La multa è scaturita dopo un’attenta analisi dell’Antitrust sulle procedure onerose e difficili per ottenere il proprio credito residuo, a partire dall’acquisto della Carta Servizi con un costo di 8 euro (non indicato nel sito Internet di Vodafone), arrivando poi alla compilazione del modulo da inviare attraverso raccomandata (con avviso di ricevimento), procedura che dissuade l’utenza a causa della possibilità di far valere i propri crediti solo attraverso assegni di traenza.

Azioni volte, a detta dell’Authority, a dissuadere gli utenti a richiedere i propri crediti residui.

In aggiunta, altro motivo che ha fatto scaturire la sanzione, è il blocco previsto (senza alcun preavviso) della ricezione di sms in caso di esaurimento del credito residuo sulla propria Sim fino alla ricarica.

afone è stata multata per 115 mila euro dall’Antitrust per pratiche scorrette verso i propri utenti, avendo agito senza la trasparenza obbligatoria del caso.

L’operatore mobile è stato giudicato colpevole perchè non avrebbe aiutato l’utenza a comprendere le procedure per ottenere il rimborso del credito residuo nè le modalità e i tempi necessari.

La multa è scaturita dopo un’attenta analisi dell’Antitrust sulle procedure onerose e difficili per ottenere il proprio credito residuo, a partire dall’acquisto della Carta Servizi con un costo di 8 euro (non indicato nel sito Internet di Vodafone), arrivando poi alla compilazione del modulo da inviare attraverso raccomandata (con avviso di ricevimento), procedura che dissuade l’utenza a causa della possibilità di far valere i propri crediti solo attraverso assegni di traenza.

Azioni volte, a detta dell’Authority, a dissuadere gli utenti a richiedere i propri crediti residui.

In aggiunta, altro motivo che ha fatto scaturire la sanzione, è il blocco previsto (senza alcun preavviso) della ricezione di sms in caso di esaurimento del credito residuo sulla propria Sim fino alla ricarica.

Commenti Facebook: