UniCredit Foundation premia sette progetti per la Terza età

Sette organizzazioni no-profit hanno vinto la terza edizione del Bando Unicredit Carta E 2013 «Strategie di coesione sociale a favore della Terza età»: obiettivo, la promozione di iniziative legate all’assistenza degli anziani e all’invecchiamento attivo.

Unicredit bando
60.000 euro per ogni progetto vincitore

Nelle parole del presidente di UniCredit Foundation, Maurizio Carrara, il costante invecchiamento della popolazione ha convinto UniCredit a prestare particolare attenzione al tema delle nuove fragilità sociali legate alla Terza età, grazie a un bando per premiare i progetti che, nel campo dell’aiuto alla persona, privilegiassero lo sviluppo di metodologie innovative, sostenibili e replicabili.

Ben 348 i progetti valutati dal Comitato scientifico coordinato da UniCredit Foundation insieme all’Università Bocconi di Milano: per i sette vincitori, un importo complessivo pari a 420.000 euro, 60.000 a testa. Il denaro è stato raccolto grazie al 2 per mille che, senza costi aggiuntivi per l’utente, viene destinato a iniziative di solidarietà tramite la carta UniCredit Carta E. Nei primi 8 anni di vita della carta, come ha ricordato Gabriele Piccini, Country Chairman Italia Unicredit, sono stati finanziati progetti per oltre 10 milioni di euro.
Confronta le offerte per i conti correnti
I vincitori sono il progetto «Badante di condominio» di Vedogiovane Coop. Soc.; «L’ospizio diffuso: l’altra Baggina. nuove forme di abitare ed una rete di sostegno a favore degli anziani e dell’intera comunità» della Fondazione Martinelli; il progetto «Noi da voi: supporto specialistico a domicilio alla gestione della persona con demenza e alla modifica della casa per una sua migliore autonomia» dell’Associazione Neuropsiche; il progetto «Abitare Solidale» di Auser Firenze; il progetto «Azione Anziani» di Soccorso Clown Coop. Soc.; il progetto «Orti solidali» di Anteas Cosenza e il progetto «Sweet Home» di Corallo Coop. Soc.

Commenti Facebook: