Tutti i migliori software per la fatturazione elettronica

Siamo pronti per la fatturazione elettronica? Sta per scattare l’obbligo di emettere e conservare le fatture in formato elettronico per i pagamenti ricevuti dalle pubbliche amministrazioni da parte dei titolari di partita IVA. Come si fa una fattura elettronica? Quali software si possono utilizzare?

Dal 31 marzo obbligo fatturazione elettronica verso tutte le pubbliche amministrazioni

A partire dal 1 gennaio 2017 dovrebbe scattare l’obbligo per i cittadini e le imprese di pagare i servizi erogati da Stato Regioni ed enti locali, con carta di credito, carta di debito, carta prepagata, oppure tramite metodi di pagamento online. Ma già dalla fine di questo mese scatta l’obbligo della fatturazione elettronica verso le pubbliche amministrazioni.

Come noto dal 6 giugno 2014 quest’obbligo è già scattato per Ministeri, le Agenzie Fiscali e gli Enti Previdenziali, i quali non possono più accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea. Dal 31 marzo 2015 l’obbligo verrà esteso a tutte le altre pubbliche amministrazioni nazionali e a quelle locali.

Di qui la necessità, anche per i privati, di adeguarsi alla normativa e dotarsi di un sistema di fatturazione elettronica, necessario per ottenere pagamenti dalle pubbliche amministrazioni per i servizi resi.

La fatturazione con l’invio della scansione della fattura non sarà più valida, almeno nei rapporti con le pubbliche amministrazioni. La fattura dovrà avere formato XML e l’archiviazione dovrà avvenire su supporto digitale. La fatturazione, l’invio, la conservazione, dovranno seguire specifici protocolli.
Confronta le migliori carte di credito
Ma non c’è nulla di particolarmente complicato o costoso. E’ sufficiente scaricare un apposito software dedicato a questo servizio e familiarizzare con le procedure.
Nel web si possono trovare diverse soluzioni e diverse guide. Alcuni software sono a pagamento e includono dei servizi accessori, altri sono disponibili sia in versione gratuita e sia in versione a pagamento con servizi avanzati, ma ci sono anche dei software open source.

I migliori software per fatturazione elettronica

Un software open source consigliato dall’Agenzia Digitale per l’Italia è quello realizzato LAit, società “in house” per l’innovazione tecnologica della Regione Lazio, in collaborazione con la stessa Agenzia per l’Italia Digitale. E’ rilasciato con licenza open source (EUPL) e messo a disposizione delle pubbliche amministrazioni e delle piccole e medie imprese ed è completamente gratuito. E’ scaricabile dal sito web della società laitspa.it .

Un altro buon software gratuito è FacTus-PA, disponibile su acca.it, utilizzabile sia per le tradizionali fatture cartacee che per quelle elettroniche. Si paga solo la fatturazione verso le P.A. e la conservazione. Effettua anche il calcolo automatico dell’imposta di Bollo Virtuale.

Sul sito fatturepertutti.it, è disponibile un software nelle versioni free e pro, dove la prima è completamente gratuita, mentre le versioni pro hanno un prezzo diverso in funzione del numero di fatture elettroniche che si intendono realizzare in un anno (5, 12 o 40). La versione free include 26 fatture e non richiede la sottoscrizione di un abbonamento.
Le versioni pro includono servizi ulteriori, tra cui la firma digitale.

SoftCom propone i Gestionali “NewS” con una versione gratuita per l’emissione della Fattura Elettronica per la PA, e quattro versioni a pagamento con servizi ulteriori, tra cui la conservazione sostitutiva e la stampa.

Un’altra buona soluzione, a pagamento, è quella proposta da Zucchetti con Fatturazione Elettronica PA, che permette di caricare automaticamente una fattura elettronica, trasmettere e gestire le fatture, conservare i documenti ed è integrabile con tutti i software gestionali anche di terze parti. E’ previsto il servizio pay-per-use per le aziende che devono gestire un numero limitato di fatture.

Anche Aruba ha sviluppato un proprio software, ed è DocFly Fatturazione PA. E’ attualmente in promozione, fino al 31 marzo. La promozione prevede la gratuità dell’attivazione e l’azzeramento del canone per il primo anno, con oltre 100 mila fatture comprese.

Buono anche il programma Danea, realizzato da Easyfatt, disponibile nelle versioni Standard, Professional, Enterprise One ed Enterprise. Può essere scaricato gratis in versione trial.

Normalmente questi software sono accompagnati da video tutorial che spiegano come procedere. In caso di difficoltà è anche previsto un servizio di assistenza, che tuttavia potrebbe ricevere alcune limitazioni a seconda che si scelga la versione free o quella a pagamento.

Commenti Facebook: