Tutti connessi a Internet nel 2020? C’è chi dice no

L’obiettivo dell’Onu di portare Internet in tutto il mondo per tutti entro il 2020 è prossimo al fallimento. Ad oggi, infatti, sono circa 4 miliardi le persone che non sono connesse al web, un numero enorme che potrebbe comportare un ritardo di 22 anni nel raggiungimento del target. Ecco i dettagli.

Internet potrebbe essere disponibile per tutti con 22 anni di ritardo

Il nuovo rapporto dell’Alliance for Affordable Internet” (A4AI), alleanza formata da Google, Facebook, Microsoft, Intel e Cisco per rendere Internet accessibile a tutti, in tutte le zone del mondo, mette in evidenza una triste realtà. Ad oggi, sono oltre 4 miliardi le persone che non hanno la possibilità di accedere al web a causa di tantissime zone che non presentano reti infrastrutturali adeguate e una diffusione di Internet mobile ancora troppo scarsa.
Confronta le offerte ADSL

L’obiettivo fissato dall’Onu nel corso del Summit sullo sviluppo sostenibile dello scorso settembre (Internet per tutti entro il 2020) appare oggi praticamente impossibile. I risultati del rapporto dell’A4AI, infatti, mettono in evidenzia il rischio concreto di dover spostare il raggiungimento di questo obiettivo di ben 22 anni.

Le ultime stime ipotizzano che Internet sarà realmente disponibile per tutti soltanto nel 2048, con un ritardo enorme rispetto alle previsioni. Con questo ritmo, potrà accedere al web nel 2020 solo il 53% della popolazione globale ed appena il 16% delle persone che vivono nei Paesi più poveri.
Confronta le offerte per Internet Mobile

Per accelerare la diffusione di Internet, secondo l’A4AI, è necessario incrementare notevolmente gli investimenti pubblici nelle infrastrutture e rendere le reti Wi-Fi facilmente accessibili. Vi è però un importante lavoro da fare anche per quanto riguarda i prezzi d’accesso al web.

Contenere il costo di dispositivi e abbonamenti di telefonia mobile è fondamentale per garantire l’accesso ad Internet a tutti. Secondo il rapporto, il costo mensile di 1 GB di traffico dati non potrà superare il 2% del reddito medio mensile se si vorrà raggiungere quanto prima l’obiettivo di rendere fruibile a tutti il web nel corso dei prossimi anni.

Ti ricordiamo che grazie al comparatore di SosTariffe.it per offerte ADSL puoi, facilmente, individuare la tariffa più vantaggiosa economicamente e idonea alle tue esigenze tra le tantissime proposte dei vari operatori presenti sul mercato.

Commenti Facebook: