Trattamento acqua domestica, quali le detrazioni fiscali in vigore?

In occasione dell’Earth Day che si è celebrato ieri in tutto il mondo, Associazione Aqua Italia ha ricordato le novità introdotte dalla Legge Stabilità 2014 sul sistema delle detrazioni fiscali per il trattamento dell’acqua domestica per uso sanitario. Già nel 2012 è stata estesa la detrazione fiscale del 65% per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore rivolti alla produzione di acqua calda sanitaria.

detrazioni fiscali trattamento acqua domestica e ristrutturazione
Quali le detrazioni fiscali riguardanti l'acqua domestica? Ecco una piccola guida

Il decreto legge n° 83 del 2012 prevede l’estensione della detrazione fiscale del 65% alle spese sostenute per interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

Il 27 dicembre 2013, inoltre, la Legge Stabilità 2014 ha prorogato fino al 31 dicembre 2014 le detrazioni delle spese per interventi di risparmio energetico e per ristrutturazione edilizia, introducendo una nuova agevolazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A+ o superiore (per maggiori informazione sulle agevolazioni e su come farne richiesta, rimandiamo al nostro articolo sulle detrazioni 65%).

D’altronde, sin dal 2008, è possibile usufruire della detrazione fiscale per l’acquisto di pompe di calore ad alta efficienza, di impianti geotermici a bassa entalpia e di tutti i prodotti che riguardano l’installazione di caldaie.

Nello specifico, come ricorda l’Associazione, la misura prevede solo che venga sostituito un impianto di climatizzazione invernale con una caldaia a condensazione; per questo motivo, qualora nel prezzo siano inclusi anche filtri addolcitori, sistemi di dosaggio e prodotti per il condizionamento dell’acqua sanitaria e circuiti di riscaldamento, anche questi accessori saranno oggetto di detrazione, perché grazie ad essi si ottiene un risparmio energetico.

In materia di ristrutturazioni, va ricordato che le spese sostenute per questi beni godono della detrazione del 50%, in caso di interventi di manutenzione straordinaria su singole abitazioni, o per la manutenzione ordinaria di parti comuni di edifici condominiali.

Grazie a tutte queste norme e agevolazioni, il consumatore finale può ottenere un vantaggio economico rilevante, nonché un beneficio notevole per l’ambiente.

Vuoi risparmiare ancora di più? Con le offerte gas ed energia elettrica del mercato libero è possibile tagliare le spese domestiche di oltre 200 euro all’anno. Per identificare le tariffe luce e gas più convenienti, rimandiamo al nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: