Torri Wind, Abertis vuole chiudere entro febbraio

La prossima settimana sarà quella decisiva: Abertis, che si è aggiudicata la trattativa esclusiva con Wind nell’asta per la cessione delle torri dell’operatore controllato da Vimpelcom, vuole infatti concludere entro febbraio e procedere all’acquisizione. A dirlo è il direttore finanziario del gruppo spagnolo, dopo che qualche settimana fa si era diffusa la notizia della firma in arrivo entro metà mese.

Torri
Prosegue il negoziato, dopo le voci che volevano la firma entro metà mese

Prosegue dunque il negoziato, anche se ormai siamo in fase di arrivo. Nella newco Galata, formata da Wind per gestire le infrastrutture di trasmissione, passeranno poi 60 dipendenti dell’operatore, che dovrebbe comunque mantenere una partecipazione per il 10%.

Gli spagnoli di Abertis, che hanno l’ambizioso progetto di far confluire Galata in un gruppo più ampio specializzato nelle torri di trasmissione per poi quotare lo stesso in Borsa a Madrid, si erano aggiudicati la trattativa esclusiva dopo aver superato la concorrenza di Mediaset Ei Towers e del fondo F2i; American Tower aveva invece abbandonato poco prima.
Confronta le offerte Wind
Nel nuovo soggetto di Abertis potrebbero entrare anche le duemila torri messe in vendita da Portugal Telecom per il quale gli spagnoli sono ancora in gara. Il gruppo gestisce in patria un numero consistente di infrastrutture di questo tipo, e oltre alle 6.300 per cui si sta trattando con Wind potrebbero essere richieste all’operatore altre mille torri; in questo caso il prezzo salirebbe ancora oltre ai 700 milioni di euro già stimati.

Commenti Facebook: