Tecnici Enel non autorizzati: come evitare truffe

Nelle scorse settimane si sono verificate nuove truffe da parte di malintenzionati che si presentano come tecnici Enel, richiedendo denaro per il cambio dei contatori o del contratto. Enel ha pubblicato un prontuario per chiarire come difendersi da questo tipo di raggiri e per indicare a chi rivolgersi in caso di dubbio.

Come difendersi dalle truffe secondo i consigli del fornitore

I finti tecnici Enel

La piaga dei finti tecnici Enel ed Enel Energia si ripresenta periodicamente: truffatori che sostengono di essere rappresentati della società e che propongono offerte luce od offerte gas del fornitore, spacciandole come obbligatorie o fingendo di essere incaricati all’adeguamento dei contatori. In genere la truffa prevede che il cliente debba pagare qualcosa direttamente sul posto, magari dopo la stipula di un contratto fasullo.

Per evitare il ripetersi della truffa, Enel Energia ha elaborato un vademecum da seguire per non avere più dubbi.

Come difendersi e riconoscere i truffatori

Per prima cosa, se chiedono soldi a domicilio, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di truffatori. Come ricorda infatti Enel Energia, «nessuno è autorizzato a riscuotere somme di denaro a domicilio per conto di Enel», e ogni tipo di pagamento verso l’operatore va effettuato soltanto utilizzando i canali conosciuti, quindi l’addebito su conto corrente bancario o postale, online con carta di credito, sportelli Bancomat abilitati, sportelli bancari convenzionati, bar e tabaccherie collegati alla rete Lottomatica Servizi e Sisal. Niente somme da versare sull’unghia, insomma.
Scopri E-light di Enel
I tecnici e i rappresentanti Enel Energia, inoltre, hanno sempre il cartellino di riconoscimento, e il cliente deve chiedere che questo venga esibito, senza accettare scuse. Il tesserino ha sempre foto e dati per l’identificazione. È possibile che ci siano agenti di Enel Energia che a domicilio propongano nuove offerte: ma attenzione, il cambio del contratto non è mai obbligatorio, e «il Cliente è libero di decidere se aderire o meno alle proposte che gli vengono esposte».
Scopri E-light gas di Enel
Infine, per quanto concerne le verifiche dei contatori, la società del Gruppo Enel che le esegue è e-distribuzione, che come ricorda il fornitore «effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino plastificato con foto e i dati essenziali per il riconoscimento».

Per saperne di più

Per chi avesse bisogno di informazioni ulteriori, ci sono i recapiti di Enel Energia: o i Punti Enel sul territorio (si trovano su enelenergia.it) o i numeri verdi 800900860 (Enel Energia) e 800900800 (Servizio Elettrico Nazionale), attivi tutti i giorni dalle 7:00 alle 22:00, o infine i siti Internet del fornitore.

Commenti Facebook: