Tasse sulla casa: aumentate del 200%

Secondo l’ultimo Osservatorio Congiunturale condotto dall’Associazione Nazionale Costruttori Edili – ANCE, e presentato recentemente dal presidente dell’Ance Paolo Buzzetti, dal 2011 al 2014 le tasse sulla casa sono aumentate del 200%. In effetti, nel 2011 il Governo ha incassato 9 miliardi circa per l’ICI, mentre il prelievo quest’anno per IMU e TASI è stato di 25 miliardi.

tasi 2014, aumento delle tasse sulla casa del 200%
TASI e IMU costano un 200% in più rispetto all'ICI
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

L’osservatorio presenta tutti i dati aggiornati sull’andamento del settore edile, facendo molta attenzione anche all’imposizione fiscale sulla casa.

Così, si legge nell’osservatorio, dal 2011 al 2014 le tasse sulla casa sono cresciute in maniera esorbitante, ovvero del 200%, con un gettito IMU e TASI 2014 di 25 miliardi contro i 9 miliardi dell’ICI nel 2011.

Sin dall’inizio della crisi, ovvero dal 2008 ad oggi, sono crollati gli investimenti nel settore delle costruzioni di 58,8 miliardi; quest’anno essei dovrebbero totalizzare 126,49 miliardi.

C’è forse qualche segnale di ripresa nel primo trimestre del 2014, con un aumento del 4,1% delle compravendite residenziali rispetto il primo trimestre 2013, e un maggior numero di mutui e finanziamenti concessi alle famiglie per l’acquisto della casa pari al +9,3%.

Buzzetti ha espresso però la sua preoccupazione in merito alla recente decisione della Banca Centrale Europea “di escludere il settore immobiliare dai potenziali beneficiari del nuovo programma di immissione di liquidità”.
Confronta Finanziamenti »

Commenti Facebook: