Sicurezza online, occhi puntati su manager e businessmen

Secondo quanto afferma Raoul Chiesa, uno dei massimi esperti di sicurezza a livello internazionale, e attuale consulente dell’Onu, nel corso del prossimo futuro manager e businessmen saranno ancora di più al centro dei tentativi di cyber-crime, valutata la possibilità di “entrare” in grandi aziende e istituzioni proprio attraverso il loro ruolo.

Gli uomini d'affari saranno le vittime preferite dagli hacker
Gli uomini d'affari saranno le vittime preferite dagli hacker

In altri termini, prosegue Chiesa, manager e businessmen (e anche, in misura inferiore, commercialisti e avvocati) rappresenteranno sempre di più l’anello debole, una sorta di “cavalli di Troia” attraverso i quali gli hacker potranno entrare all’interno delle grandi società e spiare i piani industriali e di sviluppo.

Confronta offerte Internet

Gli hacker – ha spiegato Chiesa – già colpiscono manager e uomini d’affari negli hotel approfittando di ambienti non correttamente presidiati dal punto di vista della sicurezza su Internet. Presto le violazioni si espanderanno verso studi di commercialisti e studi legali – ha poi proseguito Chiesa durante un’intervista rilasciata all’Ansa – visto e considerato che diverse organizzazioni criminali hanno compreso che sono proprio loro gli anelli deboli, e che il cyber crime può diventare molto più letale se riuscirà a sfruttare opportunamente il ruolo di tali professionisti.

In aggiunta a quanto sopra, Chiesa si dice convinto che nel mirino dei cyber criminali saranno anche l’eGovernment, la Pubblica Amministrazione digitalizzata e la tecnologia Nfc, che permette di effettuare pagamenti in mobilità.

Commenti Facebook: