Retelit pronta a partecipare alla NGN

Secondo indiscrezioni, il gruppo Retelit, avrebbe chiesto formalmente al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Viceministro con delega alle comunicazioni, Paolo Romani, che la controllata e-via S.p.A. sia invitata a partecipare al tavolo ministeriale sulla banda larga.

Il gruppo Retelit detiene una importante infrastruttura di telecomunicazioni sul territorio nazionale composta da cavidotti e fibra ottica, in larga parte costruita direttamente, per un estensione complessiva di circa 7.300 km di cui 1.800 km in ambito metropolitano, con 8 reti MAN e circa 500 comuni attraversati o in prossimità della rete.

Quindi un importante infrastruttura composta da cavidotti e fibre che si integra con le licenze a 3,5 Ghz ottenute per 10 regioni dell’italia centro-settentrionale. Unici nel panorama italiano, il gruppo si pone sul mercato come operatore wholesale che vende servizi ed infrastrutture ad altri operatori, alla pubblica amministrazione o a società con diverse sedi sul territorio.

Proprio vista l’importante esperienza maturata specificatamente nella posa e gestione delle infrastrutture e nel mercato dei servizi a banda larga, e-via può portare un contributo allo sviluppo della rete di accesso di nuova generazione in fibra ottica, senza dimenticare le possibili sinergie con le reti mobili tra cui quelle basate sulla tecnologia WiMAX che possono complementare la rete in fibra ottica e servire anche aree dove non arriverà la rete NGAN.

E-via con le sue competenze ha la capacità per contribuire agli sviluppi e alla gestione della infrastruttura di nuova generazione auspicabilmente insieme a tutti gli operatori nazionali grandi e medi.

iscrezioni, il gruppo Retelit, avrebbe chiesto formalmente al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Viceministro con delega alle comunicazioni, Paolo Romani, che la controllata e-via S.p.A. sia invitata a partecipare al tavolo ministeriale sulla banda larga.

Il gruppo Retelit detiene una importante infrastruttura di telecomunicazioni sul territorio nazionale composta da cavidotti e fibra ottica, in larga parte costruita direttamente, per un estensione complessiva di circa 7.300 km di cui 1.800 km in ambito metropolitano, con 8 reti MAN e circa 500 comuni attraversati o in prossimità della rete.

Quindi un importante infrastruttura composta da cavidotti e fibre che si integra con le licenze a 3,5 Ghz ottenute per 10 regioni dell’italia centro-settentrionale. Unici nel panorama italiano, il gruppo si pone sul mercato come operatore wholesale che vende servizi ed infrastrutture ad altri operatori, alla pubblica amministrazione o a società con diverse sedi sul territorio.

Proprio vista l’importante esperienza maturata specificatamente nella posa e gestione delle infrastrutture e nel mercato dei servizi a banda larga, e-via può portare un contributo allo sviluppo della rete di accesso di nuova generazione in fibra ottica, senza dimenticare le possibili sinergie con le reti mobili tra cui quelle basate sulla tecnologia WiMAX che possono complementare la rete in fibra ottica e servire anche aree dove non arriverà la rete NGAN.

E-via con le sue competenze ha la capacità per contribuire agli sviluppi e alla gestione della infrastruttura di nuova generazione auspicabilmente insieme a tutti gli operatori nazionali grandi e medi.

Commenti Facebook: