RC Auto: arriva la tabella unica nazionale, ecco cosa cambierà

RC Auto: semaforo verde dal Consiglio dei ministri allo schema che regola il risarcimento del danno non patrimoniale per lesioni di non lieve entità. Ecco identikit, funzionamento e obiettivi di questo provvedimento e come trovare i migliori preventivi assicurazioni auto a gennaio 2024 per risparmiare sull’assicurazione del proprio veicolo con SOStariffe.it.

In 30 secondi

RC Auto, via libera alla Tabella Unica Assicurazioni a gennaio 2024:
  1. Garantisce alle vittime dei sinistri il diritto a un pieno ed equo risarcimento del danno subito
  2. Stabilisce i valori pecuniari da attribuire per le invalidità di grave entità per il danno non patrimoniale nelle sue componenti biologica e morale
  3. Come trovare la polizza RC Auto più conveniente con SOStariffe.it a gennaio 2024
RC Auto: arriva la tabella unica nazionale, ecco cosa cambierà

RC Auto, si cambia. Il Governo ha detto sì alla Tabella Unica Nazionale per il risarcimento del danno non patrimoniale. È una misura attesa da 18 anni. Il provvedimento, che rientra in un più ampio percorso di riforma del settore assicurativo, garantirà alle vittime dei sinistri il diritto a un pieno ed equo risarcimento del danno subito.

Prima di analizzare nei dettagli questa novità varata dall’esecutivo guidato dalla premier Giorgia Meloni, c’è da ricordare che, per risparmiare sulle polizze RC Auto, è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per scoprire quali siano le migliori offerte per assicurazioni auto di gennaio 2024.

Questo tool digitale e gratuito mette a confronto i preventivi “su misura”, in quanto formulati sulla base dei dati inseriti dall’utente, e consente di individuare le soluzioni più vantaggiose per sottoscrivere una polizza RCA economica e affidabile. Ma non solo: è possibile richiedere un’assistenza telefonica gratuita e senza impegno, chiamando il numero verde 800 999 565. Per una fotografia delle soluzioni più convenienti, clicca sul bottone verde qui di seguito:

Scopri la migliore polizza auto di gennaio 2024»

RC Auto: via libera alla Tabella unica per il risarcimento del danno

LE DOMANDE LE RISPOSTE
Che cos’è la Tabella Unica Nazionale per il risarcimento del danno non patrimoniale?
  • È il provvedimento che garantisce alle vittime dei sinistri il diritto a un pieno ed equo risarcimento del danno subito
Qual è il suo scopo?
  • Disciplinare il risarcimento del danno non patrimoniale per lesioni di non lieve entità (le macrolesioni), sia nella componente biologica che morale
Che cosa stabilisce?
  • Fissa un valore pecuniario certo da attribuire a ogni singolo punto di invalidità per il danno biologico, compreso tra 10 e 100 punti
  • Contiene tre tabelle con i criteri per il risarcimento del danno morale

Commentando l’approvazione del Consiglio dei ministri dello schema di DPR (Decreto del presidente della Repubblica) relativo alla “Tabella delle menomazioni all’integrità psicofisica comprese fra 10 e 100 punti” per le assicurazioni, Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, ha detto che si tratta di “un significativo passo in avanti verso maggiori certezze e una uniformità di trattamento, che andrà a beneficio sia dei consumatori che delle compagnie assicurative”.

Il via libera a questo provvedimento è un primo passo verso una riforma del settore assicurativo. La Tabella Unica Nazionale, infatti, disciplina il risarcimento del danno non patrimoniale per lesioni di non lieve entità (le cosiddette macrolesioni), inteso nella sua componente:

  • sia biologica;
  • sia morale.

La misura è stata varata per garantire il diritto per le vittime di sinistri di avere un pieno ed equo risarcimento del danno non patrimoniale, con due obiettivi:

  • razionalizzare i costi gravanti sul sistema assicurativo;
  • tutelare il diritto dei consumatori garantendo loro un livello accettabile e sostenibile dei premi assicurativi.

La Tabella Unica Nazionale stabilisce un valore pecuniario certo da attribuire a ogni singolo punto di invalidità (danno biologico), compreso tra dieci e cento punti, ed è integrata da tre ulteriori tabelle sul risarcimento del danno morale. La Tabella è stata elaborata tenendo conto di tre specifici aspetti, che concorrono a stabilire il valore pecuniario del risarcimento al danneggiato:

  • danno biologico permanente, ovvero lesione permanente dell’integrità psico-fisica della persona, il cui valore economico varia anche in base all’età del soggetto leso;
  • danno morale (sofferenza psicologica interiore);
  • danno biologico temporaneo (inabilità temporanea).

RC Auto: come trovare la polizza più conveniente a Gennaio 2024

La Tabella Unica Nazionale punta anche a mettere un freno al rialzo dei prezzi delle polizze RC Auto che, secondo dati Ivass, a novembre 2023 hanno registrato un balzo all’insù del +7,1% su base annua in termini reali, con un prezzo medio di 391 euro.

Un’impennata che spinge sempre più automobilisti a schiacciare l’acceleratore del risparmio. Ma come trovare la polizza auto più conveniente di gennaio 2024? Una mossa vincente per pagare meno sulla RC auto è quella di effettuare un confronto periodico dei preventivi. Infatti, tramite il comparatore di SOStariffe.it per assicurazioni auto, è possibile valutare le migliori opzioni tra quelle proposte dalle varie compagnie assicurative. Ecco come fare nella sintesi qui di seguito.

Nel tool online e gratuito di SOStariffe.it occorre inserire:

  • i propri dati anagrafici;
  • i propri dati assicurativi (per esempio, la classe di merito);
  • le caratteristiche del veicolo da assicurare. 

Il risultato è un vero e proprio preventivo “personalizzato” in quanto parametrato sui dati inseriti dall’utente. Con il comparatore di SOStariffe.it è  quindi possibile individuare, in una manciata di click, la compagnia assicurativa con l’offerta più vantaggiosa e stipulare una polizza per il proprio veicolo.

Oltre all’elevata “personalizzazione” del preventivo, un altro vantaggio legato all’uso dello strumento online di SOStariffe.it è rappresentato dal fatto che il confronto è sempre gratuito e senza impegno. L’automobilista, infatti, non è obbligato ad attivare un preventivo dopo aver avviato il confronto. Non solo: basta inserire i dati una sola volta per avere decine di preventivi differenti con diverse compagnie assicurative e scoprire l’offerta migliore.

  • Senza dimenticare che la comparazione permette di confrontare i preventivi sia per la copertura RC auto (che è obbligatoria per poter circolare), sia per le garanzie accessorie (per esempio: incendio e furto, atti vandalici, kasko, assistenza stradale, tutela legale, agenti atmosferici), le quali sono facoltative.