Prezzi carburante, Italia finalmente in linea con la media UE

In Italia finalmente paghiamo per il carburante un prezzo in linea con la media europea. Così emerge dall’ultima rilevazione di Staffetta Quotidiana, secondo la quale è praticamente scesa a zero la maggiorazione sul prezzo della benzina che prima avevamo in Italia rispetto la media dei Paesi europei. “L’azzeramento” si era già verificato a maggio 2013.

prezzi benzina italia UE
I prezzi della benzina in Italia si sono allineati con quelli della media UE

Finalmente i prezzi dei carburanti nello Stivale si sono allineati alla media europea. Secondo quanto riferisce Staffetta Quotidiana, ad oggi risulta quasi “azzerato” lo stacco in più che il prezzo del carburante italiano aveva rispetto alla media UE, situazione che si era già verificata il 20 maggio 2013.
Migliori RC auto per risparmiare

Nello specifico, il 15 giugno 2015 lo stacco in più della benzina è calato di 4 millesimi da +4 a 0, mentre quello del diesel è rimasto fermo a +14. Per quanto riguarda invece il gasolio riscaldamento, la maggiorazione in Italia è risalita di 3 millesimi da +96 a +99.

Perché scende il prezzo della benzina?

Nel caso della benzina, si è azzerato lo stacco in più rispetto alla media europea perché, mentre nel nostro Paese il prezzo al consumo (Sif/Siva), ovvero il “prezzo Italia”, lo scorso lunedì 15 giugno è aumentato di 3 millesimi, in Olanda è cresciuto di 16, in Germania di 9, in Spagna di 6 e in Francia di 1.

Per quanto riguarda il diesel, spiega Staffetta Quotidiana, l’invarianza dello stacco si spiega dal fatto che, mentre nello Stivale il prezzo è calato di 6 millesimi, in Spagna di 7 e in Francia di 11, in Germania invece è diminuito solo di 2 millesimi.

Infine, nel caso del gasolio riscaldamento la flessione si è verificata perché in Italia il prezzo è aumentato di 2 millesimi e in Belgio di 19, mentre in Spagna è calato di 21, in Germania di 5 e in Francia di 3.

Infine, si legge nel rapporto, in materia del denso Btz, la diminuzione dello stacco in meno è dovuta al fatto che, mentre nel nostro Paese il prezzo è aumentato di 14 millesimi e in Francia di 12, in Spagna è calato di 9.

In questa maniera, e considerando complessivamente tutte queste modifiche, lo scorso 15 giugno la media UE (ovvero in area Euro) della benzina è aumentata di 7 millesimi, mentre è scesa di 6 millesimi quella del diesel, di 1 quella del gasolio riscaldamento e di 1 quella del denso Btz.

Confronta tariffe gas

Commenti Facebook: