PostePay o CompassPay: quale più conveniente?

Spesso si fa confusione tra carta conto e carta prepagata. La carta prepagata (ad es. PostePay) è una carta ricaricabile con la quale fare acquisti e pagamenti. Con una carta conto invece (es. CompassPay), perché dotata di codice IBAN, è possibile effettuare e ricevere bonifici, accreditare lo stipendio e tanto altro, come se fosse un conto corrente.

compasspay vs postepay, quale più conveniente
CompassPay offre più funzionalità di PostePay, ed il canone è gratuito

Oggigiorno è sempre più frequente l’utilizzo di carte prepagate ricaricabile o carte conto per fare acquisti e pagamenti, non solo online ma anche presso i negozi.

In effetti, secondo uno studio condotto da Altroconsumo l’anno scorso, nel 2012 l’uso delle carte prepagate in Europa è cresciuto del 32,4% rispetto al 2011. Oltre 8 milioni di italiani hanno una PostePay, la carta prepagata di Banco Posta più venduta nel nostro Paese. Secondo Altroconsumo, i consumatori preferiscono le prepagate alle carte di credito tradizionali perché le ritengono più sicure ed economiche.

Tuttavia, con una carta PostePay non si possono eseguire tutte le operazioni di un conto corrente, come accade invece con una carta conto.

Con la carta PostePay infatti si possono fare acquisti, prelevare contante, fare ricariche telefoniche e pagare bollettini.

Invece, la Conto&Carta CompassPay è una carta conto o carta ricaricabile con IBAN, e perciò ha funzionalità di conto corrente.

Più vantaggi con CompassPay

Con questa carta è possibile effettuare acquisti e pagamenti, domiciliare le utenze, accreditare stipendio o pensione, disporre e ricevere bonifici, pagare MAV, RAV e bollettini freccia, disporre giroconti (pari intestazione) e tanto altro.

D’altronde, è più sicura di un conto corrente perché il cliente ha sempre tutto sotto controllo, visto che non è possibile andare in rosso, emettere assegni né ricavare interessi dai depositi. Tra le grandi novità offerte da CompassPay vi è il MiniCredito, ovvero una riserva di liquidità fino a 1.500€ per sostenerti nelle piccole e grandi spese di ogni giorno.

Il Conto&Carta è utilizzabile in più di 8 milioni di esercizi commerciali e sportelli automatici (ATM) in Italia e in Europa che espongono il marchio VISA. E’ possibile utilizzarla anche per gli acquisti su Internet, sempre su circuito VISA.

Attraverso la piattaforma multicanale dedicata è possibile gestire il proprio Conto&Carta online, tramite Servizio Clienti, o in filiale. E’ possibile, inoltre, ricaricare contanti presso i punti SisalPay (Bar, Tabacchi, Edicole), oppure versare contanti o assegni presso le filiali Intesa SanPaolo.

Naturalmente, tutte queste operazioni non sono disponibili con una classica carta prepagata come la PostePay.

Scopri CompassPay

CompassPay funziona come un conto corrente ma il canone è gratuito per il primo anno e non paghi l’imposta di bollo.

Con CompassPay 100 euro da spendere su Poinx.it

Infine, richiedendo CompassPay entro il 30 giugno 2014, riceverai via mail un welcome bonus PoinX da 10€ da spendere su Poinx.it

Poi, completando l’attivazione del Conto&Carta CompassPay ed entro il 30 settembre scegliendo se:

  • Accreditare lo stipendio o la pensione
  • Domiciliare almeno un’utenza
  • Effettuare almeno 5 operazioni e mantenere sul conto un saldo di almeno 1.000€

Riceverai via mail un buono acquisto di 100€ da spendere su PoinX.

Vuoi sapere se conviene una CompassPay o un conto corrente? Utilizza il nostro comparatore gratuito e metti a confronto la carta conto con i migliori conti correnti, per individuare facilmente l’alternativa che fa per te.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: