Marcegaglia (eni), la produzione in Libia è vicina ai massimi

Emma Marcegaglia, ex presidente di Confindustria e oggi presidente di eni e Business Europe, l’associazione delle imprese europee, a margine di un convegno a Bruxelles dedicato al dialogo sociale ha parlato anche della produzione in Libia del gruppo, in una situazione sempre più difficile per la guerriglia nel paese africano.

Eni copia
Per la manager, gli acquisti collettivi di gas pensati dalla Commissione Europea possono avere senso su base volontaria

Secondo la manager, la produzione di eni in Libia è «a ottimi livelli, non lontana dai massimi, perché le zone della nostra produzione si trovano lontane dagli scontri o sono offshore». «In ogni caso», ha poi aggiunto Marcegaglia, «speriamo in una conclusione positiva» relativamente alla crisi del Paese, visto che «forse in questo momento c’è qualche possibilità in più».

Marcegaglia ha anche parlato della possibilità di acquisti collettivi di gas prevista dalla Strategia per l’Unione energetica della Commissione europea, sostenendo che possa avere senso su base volontaria, pur trattandosi di un tema delicato poiché si tratta di accordi commerciali a lungo termine.
Vai a eni FIXA
Infine la presidente di eni ha sottolineato come in Europa ci sia un problema complessivo di sicurezza energetica, di prezzi e di competitività, e che quindi qualsiasi passo verso un’unione energetica debba essere visto come assolutamente positivo. In particolare ha fatto notare l’importanza di un impegno relativamente alle infrastrutture, alla regolamentazione e alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento per ottimizzare la posizione europea.

Commenti Facebook: