Le 3 migliori novità di iOS 9.3

Già da un paio di giorni è disponibile per il download il nuovo aggiornamento ufficiale di iOS, giunto alla versione 9.3. Nonostante non si tratti di un avanzamento vero e proprio della piattaforma mobile di casa Apple ma di un “minor update”, gli utenti della Mela potranno comunque usufruire di funzionalità molto interessanti, tre delle quali davvero ottime per l’utilizzo di iPhone e iPad durante la quotidianità e il lavoro, che permetteranno non solo di lavorare e studiare meglio, ma addirittura di dormire meglio. Come? Leggete qui sotto!

Dalla Night Shift alle note protette con le impronte, fino ai servizi per l'educazione

L’arrivo della nuova versione 9.3 di iOS ha introdotto diverse migliorie, come era stato preannunciato da tempo e come molti di voi avranno avuto modo di vedere dalle versioni beta del sistema operativo mobile del colosso californiano. In questo spazio, però, voglio segnalarvi le 3 migliori novità di iOS 9.3, quelle per cui vale la pena aggiornare. Ovviamente si tratta di un parere soggettivo, come è facile intuire, anche se alcuni aspetti sono davvero innovativi (ovviamente parlando della piattaforma di Apple), come potrete leggere nelle prossime righe.

Scopri le offerte con iPhone incluso

1. Night Shift

Si tratta sicuramente della funzione più chiacchierata e interessante dai tempi del rilascio della versione di sviluppo di iOS 9.3 (senza dubbio innovativa per Apple, meno per gli utenti Android, che già da tempo possono usufruire di diverse alternative sul Google Play, alcune gratuite e di ottima qualità, come ad esempio Twilight): grazie a questo sistema, che si regolerà in automatico sfruttando la geolocalizzazione (ma è possibile anche impostarlo manualmente o programmarlo), i colori del display cambieranno, privilegiando gradazioni più calde (sarà possibile settore anche l’intensità di tale gradazione).

Questo per evitare l’esposizione alla luce blu dei dispositivi durante le ore serali e notturne che, secondo molti studi, influirebbero negativamente sui ritmi circadiani e, di conseguenza, sul sonno e la sua qualità. Un’ottimo motivo, quindi, per aggiornare il sistema operativo, soprattutto se passate molte ore a lavorare, giocare o navigare in rete con un iPad, un iPhone o un iPod Touch, di sera e di notte.

night-shift-ios

2. Note protette con password e Touch ID

Che Apple si stia sempre più concentrando sui temi della sicurezza e della privacy dei propri utenti non è certo una novità e i recenti fatti che hanno portato allo scontro con l’FBI, in conseguenza degli eventi legati all’attacco terroristico di San Bernardino, ne sono un’ulteriore conferma (per approfondire il tema vi consiglio di leggere l’articolo Apple e privacy: i vostri dati sono sempre al sicuro?, pubblicato qualche giorno fa su SosTariffe.it).

Questa nuova funzionalità prosegue quel cammino verso un sistema sempre più sicuro e blindato a cui la casa produttrice di Cupertino aspira: l’app Note è stata rinnovata, permettendo agli utenti di proteggere i propri appunti e dati con password o addirittura usando la propria impronta digitale, sfruttando il Touch ID presente nei modelli di iPhone e iPad più recenti. In questo modo avrete la possibilità di salvare informazioni mediche, codici, dati estremamente privati sul vostro iDevice e contemporaneamente avere un alto livello di sicurezza.

Ovviamente il consiglio è quello di evitare comunque di salvare dati estremamente sensibili su un dispositivo tecnologico e connesso continuamente alla rete Internet: i livelli di sicurezza potrebbero essere anche elevati, ma anche gli attacchi e i tentativi di violare la privacy e le informazioni privati degli utenti si fanno sempre più raffinati e altamente rischiosi. Un esempio tra tutti: evitate di salvare i codici delle vostre carte di credito o dei vostri accessi ai conti correnti online. Fidarsi è bene, non fidarsi – soprattutto in questi casi – è ancora meglio, anche se si tratta di Apple.

Altra novità importante dell’app è la possibilità di riordinare le proprie note per data di creazione oppure  in ordine alfabetico.

note-touch-id

3. Anteprima Education

Con iOS 9.3 gli utenti iPad avranno modo di accedere in anteprima ai nuovi servizi didattici pensati da Apple per rinnovare il modo di apprendere e studiare. Grazie a queste novità, infatti, gli studenti potranno accedere a numerose funzionalità, come ad esempio usare un iPad della scuola e accedere ai propri contenuti grazie ad un login, con un rapido accesso ai materiali didattici, etc…

Ma Education diventa uno strumento ideale anche per gli insegnanti: grazie all’app Classroom, ad esempio, si potranno aprire delle app che verranno visualizzate su tutti i dispositivi degli utenti, monitorare i rendimenti e condividere i lavori, anche su schermi esterni, grazie all’Apple TV.

Migliora, inoltre, la gestione dell’intero sistema, con un unico portale per creare gli ID Apple, creare account per studenti, docenti e amministratori, strutturare e gestire i corsi, acquistare e distribuire libri, creare e distribuire corsi, etc, il tutto tramite browser (non solo su Mac ma anche tramite PC).

apple-education

Scopri le offerte Internet per iPad

Insomma, queste sono le 3 migliori novità di iOS 9.3, quelle per cui varrebbe davvero la pena aggiornare il proprio dispositivo mobile Apple. Ovviamente tutto dipende dall’utilizzo che si fa del proprio iPhone, iPad o iPod Touch, ma anche dalla compatibilità del prodotto che si possiede. iOS 9.3 è compatibile con tutti i terminali che sono stati aggiornati alla versione 9.2: iPad 2 e successivi, iPad Mini e successivi, iPhone 4S e successivi e iPod Touch di quinta generazione.

L’aggiornamento potrà essere effettuato via OTA, quindi direttamente dal dispositivo sfruttando una rete Wi-fi (potrete utilizzare la rete Internet ADSL di casa vostra o del vostro ufficio) oppure collegando l’iPhone, l’iPad e/o l’ìPod Touch sul computer (Mac o PC) e seguire tutte le istruzioni che vi verranno fornite dal software iTunes. Se avete dubbi, domande, problemi o volete condividere le vostre impressioni sul nuovo aggiornamento, potrete scrivere un commento qui in basso.

Commenti Facebook: