L’auto: necessità o passione per gli italiani?

L’indagine “Stetoscopio- il sentire degli assicurati italiani” promossa da Quixa, ha evidenziato che gli uomini considerano la guida una vera passione più che una necessità, al contrario delle donne, che farebbero volentieri a meno dell’auto. Fra i timori più frequenti c’è il rischio di vedersi ritirare la patente e di danneggiare le vetture altrui. Ecco tutta la verità sul rapporto degli italiani con il mondo dei motori.

Gli uomini amano le quattroruote ma temono di perdere la patente e di danneggiare l'auto

Di recente Quixa ha promosso uno studio relativo alla percezione della guida come dovere o come piacere da parte degli italiani, realizzato da MPS Evolving Marketing Research. L’indagine prende il nome di “Stetoscopio- il sentire degli assicurati italiani”e rivela come l’auto sia considerata una vera passione dall’universo maschile e una mera necessità per le quello femminile (solo il 29% delle donne ha dichiarato di essere appassionata per la guida). In più, alle auto sono legate diverse paure, in primis, quella di perdere la patente per violazioni del Codice della Strada e quella di essere coinvolti in un sinistro.
Confronta assicurazioni auto

L’auto è una passione al maschile

L’identikit dell’amante delle quattroruote è il seguente: uomo tra i 25 e i 34 anni residente nel Nord-Ovest Italia. Sono i maschi ad avere una vera passione per l’auto, a curare frequentemente la manutenzione, a leggere riviste di settore e a cercare nei listini l’offerta più conveniente per una nuova vettura. Senza stress e con entusiasmo, il 50% degli uomini guida l’auto con piacere. Il 42% del campione totale (donne e uomini) ama viaggiare in macchina ma, con un punto percentuale in più, il 43% preferirebbe trovare altre soluzioni e considera il guidare una mera necessità.

Una piccola fetta di italiani, il 10%, considera la guida uno stress di cui farebbe a meno a causa del traffico e di altri problemi, come l’impossibilità di trovare parcheggio nei centri urbani. Solo il 5% teme che mettendosi al volante possa capitare qualcosa di brutto, come un incidente.

Avere un’assicurazione auto completa, che metta al riparo da ogni rischio però, aiuta gli italiani ad affrontare l’ansia e il timore di un sinistro. Per trovare assicurazioni economiche, da personalizzare con le garanzie kasko, furto-incendio, tutela del conducente e assistenza stradale, confronta i prezzi dal comparatore Rc auto di SosTariffe.it. 

Tornando allo studio di Quixa, solo il 29% delle donne ama guidare. Il 46% lo avverte come una necessità e abbandonerebbe volentieri l’auto in favore di altri mezzi di trasporto, il 15% si stressa molto guidando (contro il 7% degli uomini) mentre il 10% considera tutti gli affari relativi all’auto una preoccupazione più che una passione. Sul totale del campione, si “stressa” di più al volante chi risiede nel Meridione, dopo i 65 anni il 15% degli italiani considera il guidare una fonte di ansia, il 12% addirittura di timore.

La classifica dei rischi più temuti

Che si tratti di passione per l’auto o di sola necessità, le paure di guidare sono comuni più o meno a tutti gli italiani. Sul podio delle paure legate alla guida, secondo lo studio realizzato da MPS Evolving Marketing Research per Quixa, c’è il rischio di commettere qualche infrazione e di perdere la patente (66% del campione), il che equivale all’impossibilità di guidare a lungo termine. In base all’indagine, il timore non riguarda solo il ritiro del titolo di guida, ma anche l’eventuale sospensione o la sottrazione di punti in seguito a multe o incidenti gravi con colpa.

Al secondo posto della classifica c’è la paura di commettere un sinistro e di danneggiare le vetture altrui: è il 65% del campione a dichiararlo, con un picco più alto per gli uomini (il 71%) e per i soggetti di età inferiore a 24 anni (il 74%). Seguono il rischio di rimanere in panne (50% del campione) e di subire danni alla propria auto (44% del campione). Per proteggere la vettura da tutti i danni materiali cerca l’offerta più economica per assicurazioni kasko). Questi timori si posizionano dal 1° al quarto posto della classifica: ecco quelli che seguono:

  • 33% non avere l’auto a disposizione per un periodo;
  • 32% paura di dover pagare una multa;
  • 28% paura di forare una gomma;
  • 27% timore di perdere le chiavi dell’auto;
  • 21% perdere tempo per imprevisti legati all’auto;
  • 8% paura di dare spiegazioni per aver commesso un sinistro (la percentuale sale al 29% per la fascia compresa fra 18 e 24 anni).

Necessità dell’assicurazione: il 27% degli italiani acquista solo l’Rca base

Nonostante le paure legate alla guida, specie quelle relative ai sinistri, 1/4 degli italiani acquista la sola assicurazione per la responsabilità civile. I meno previdenti sono gli under 24, tra i quali la percentuale sale al 32%. Al Meridione invece, la percentuale arriva al 38%. Il motivo principale dell’acquistare assicurazioni incomplete è quello di risparmiare sull’assicurazione (il 67%) o perché si posseggono veicoli di scarso valore (il 37%). La buona notizia è che la maggior parte degli italiani, il 73% del campione, si assicura anche per altri rischi (incendio, furto, rottura dei cristalli, lesioni fisiche, danni materiali all’auto etc etc…) con le seguenti percentuali:

  • 46% garanzia furto-incendio;
  • 45% infortuni del conducente;
  • 40% soccorso stradale in Italia;
  • 29% tutela legale;
  • 25% tutela contro gli eventi naturali o la rottura dei cristalli.

Il 48% degli italiani acquista assicurazioni complete di garanzie accessorie su consiglio della compagnia, solo il 23% lo fa per scelta, per proteggersi contro tutti i rischi e ottenere il risarcimento del danno per ogni imprevisto. Non tutti sanno che mettendo a confronto le assicurazioni online, è possibile scovare offerte davvero convenienti per assicurazione auto + combinazioni di garanzie accessorie. Anche Quixa, offre combinazioni di Rca+furto-incendio, Rca +cristalli, Rca+conducente, Rca+kasko etc etc…

Confronta i preventivi con SosTariffe.it, personalizza l’assicurazione e blocca il prezzo migliore
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: