La situazione della rete in Italia: mobile meglio di linee fisse, sviluppo della fibra ancora lento

Il quadro che ci presenta il report annuale della Commissione Europea mostra ancora, purtroppo, una situazione dell’Italia, per quel che riguarda il campo delle telecomunicazioni, ancora molto arretrata. Lo sviluppo della banda larga è ancora lento, e paradossalmente va meglio il mobile che le linee fisse.

Confronta le migliori offerte ADSL

Mentre soltanto lo 0.1% del territorio è coperto da linee fisse superiori a 30 Mega, la disponibilità di HSPA e protocolli di internet mobile di ultima generazione, rientra ampiamente nei parametri europei; non solo, il lancio del 4G che presto coprirà gran parte del territorio, potrebbe far schizzare l’Italia in testa alle classifiche, che per il mobile, ci prospettano un quadro abbastanza competitivo, vista anche la crescita dei dispositivi portatili connessi, e la conseguente domanda in aumento degli abbonamenti al web mobile.

Tuttavia, mentre questi dati fanno ben sperare per tutti i possessori di smartphone e tablet di ultima generazione, è un disastro la situazione della rete fissa nel nostro paese. Soltanto una piccolissima parte di popolazione ha accesso alla banda larga ad alta velocità, e mentre bene o male la disponibilità di linee a 20 Mega sia piuttosto accettabile, praticamente nessuno supera la soglia dei 30 Mega, vista la mancanza di sviluppo di infrastrutture.

La situazione è ancora peggiore per quel che riguarda l’e-commerce, e l’e-government. Mentre nel primo caso, gli italiani che acquistano sul web sono decisamente in minoranza rispetto alla media europea, nell’e-governament, ovvero nell’informatizzazione della PA, siamo in pratica il fanalino di coda di tutta l’eurozona. Internet e la burocrazia sembrano come due rette parallele, e forse soltanto la possibilità di iscriversi a scuola per via telematica, potrebbe migliorare il ranking dell’Italia in questa “penosa” classifica.

Purtroppo miglioramenti in vista non ve ne sono, e mentre il settore mobile procede il suo sviluppo continuo, dettato anche dalla vendita inarrestabile di prodotti come smartphone e tablet, che in qualche modo spingono gli stessi operatori ad ottimizzare i servizi, il settore della rete fissa, è ancora bloccato. Il nostro paese è l’unico che detiene un fornitore unico proprietario della stragrande maggioranza delle linee (Telecom), e la situazione economica dell’azienda, in crisi da oltre un decennio, ha lasciato lo sviluppo fermo, se non in casi eccezionali, quando sono intervenuti direttamente i privati.

Sollecitazione al miglioramento ed all’ottimizzazione è la richiesta dell’Europa, per il settore telecomunicazioni nel nostro paese. Staremo a vedere se in qualche modo verranno presi provvedimenti, e se finalmente anche a casa nostra potremmo usufruire della banda larga, che potrebbe incrementare e non di poco la nostra economia ed il nostro sviluppo.

Se vuoi abbonarti ad internet, e sfruttare le migliori tecnologie del settore, corri sul nostro comparatore e consulta le migliori offerte adsl, in base alle tue necessità ed esigenze.

Commenti Facebook: