La diffusione dell’online in Italia: i risultati Audiweb Trends

Audiweb ha pubblicato i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell’online in Italia nel 2013. L’accesso a Internet da qualsiasi luogo e strumento ha raggiunto l’82% della popolazione italiana tra gli 11 e i 74 anni, pari a 39 milioni di individui, di cui 22 milioni da smartphone e circa 7 milioni da tablet

Brand: Microsoft ha livelli di apprezzamento maggiori di Apple
Brand: Microsoft ha livelli di apprezzamento maggiori di Apple

Nel 2013, risultano 39 milioni gli italiani che possono accedere a Internet da postazioni fisse (computer da casa, ufficio o luogo di studio) o da mobile (cellulare / smartphone o tablet), stando al nuovo rapporto Audiweb Trends basato sui dati della Ricerca di Base realizzata in collaborazione con DOXA.

Confronta offerte per Internet Mobile

La disponibilità di accesso a Internet da casa attraverso un computer risulta la più elevata tra le differenti modalità disponibili, con 35 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni (il 75% dei casi). Nello specifico, sono 15 milioni le famiglie che dispongono di un accesso alla Rete da casa attraverso computer di proprietà (il 69% delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni), con un tasso di penetrazione che supera l’86% tra le famiglie con 4 o 5 componenti.

Il 72% delle famiglie con accesso a Internet da casa tramite computer (10,8 milioni) dichiara di disporre di una connessione ADSL / Fibra Ottica, e quasi la totalità ha un abbonamento flat (10,2 milioni di famiglie).

Confronta offerte ADSL

L’accesso a Internet dai nuovi dispositivi connessi presenta un tasso di penetrazione rilevante principalmente tra i possessori di cellulari e smartphone, con 22 milioni di individui (il 47% degli italiani tra gli 11 e i 74 anni) che dichiarano di poter accedere alla Rete dal proprio device, mentre l’accesso da tablet è disponibile per circa 7 milioni (il 15% dei casi).

In generale, la disponibilità di accesso a Internet da qualsiasi dispositivo si estende su oltre i due terzi del territorio nazionale: 86% nel Centro Italia, 85% nel Nord Est, 84% nel Nord Ovest, 78% nell’area Sud e Isole.

Commenti Facebook: