di

Internet e pubblica amministrazione: il 90% degli enti è in difficoltà

In tempi di grandi annunci e grandi ambizioni in ambito digitale, un punto di partenza statistico dovrebbe far riflettere: l'arretratezza cronica (ma quanto meno invertibile) dell'ambito tecnologico all'interno di gran parte delle strutture della pubblica amministrazione in Italia.

Internet e pubblica amministrazione: il 90% degli enti è in difficoltà

Secondo quanto affermano le principali statistiche prodotte da Palazzo Chigi, il 90% degli enti pubblici avrebbe sottolineato una propria evidente difficoltà a conseguire una buona dimestichezza nei confronti della rete, con internet che – da leva propulsiva per lo sviluppo – si trasforma sempre di più in un alibi per giustificare eventuali inefficienze.

Scopri le tariffe ADSL»

Di qui, l’intenzione del governo Renzi di avviare un processo massivo di “digitalizzazione della macchina pubblica“, di cui alcuni aspetti, peraltro piuttosto minimali, sono già stati introdotti nel corso degli ultimi giorni in sede di conferenza stampa (si pensi alla pubblicazione dei bandi di gara solo mediante siti internet, e non più attraverso i giornali).

L’impressione è tuttavia che la strada verso l’allineamento delle attitudini tecnologiche nei confronti degli standard europei sia ancora molto lunga, e che le difficoltà nel passaggio dalla carta al web siano più evidenti non tanto all’interno delle sedi ministeriali, quanto anche e soprattutto tra gli enti locali…

Commenti Facebook: