Internet: cresce l’uso del mobile, ma attenzione ai costi

Stando quanto afferma l’ultimo report diffuso dall’Unione Europea sulle comunicazioni elettroniche, pubblicato sul sito internet dell’istituzione comunitaria, i cittadini del vecchio Continente sarebbero sempre più “affezionati” alle nuove tecnologie e ai nuovi servizi offerti dagli operatori, ma si dimostrerebbero altrettanto diffidenti nei confronti dei costi, ricercando con maggiore convinzione e costanza le proposte economiche migliori.

Per quanto concerne in particolar modo il mercato italiano, emerge come il 40 per cento dei cittadini sia titolare di un abbonamento internet per cellulare, con una tendenza di forte crescita nel corso degli ultimi 15 mesi: stando all’analisi europea, infatti, la quota sarebbe passata dal 15% del dicembre 2011 al 40% del marzo 2013.

Particolarmente dinamici sembrano altresì essere i dati sull’accesso alla banda larga “domestica”, che oggi è potenzialmente in grado di interessare tre famiglie su quattro in ambito continentale, contro il 67,3 per cento dell’ultimo censimento.

Costituiscono invece ancora una “rarità” le chiamate effettuate via internet: in Italia la loro diffusione è limitata al 26%, contro una proporzioni superiori al 50% in Bulgaria, Cipro, Estonia, Lituani e Lettonia.

Per quanto infine concerne la velocità di connessione e la sua “importanza” nelle decisioni degli utenti europei, il 45% degli internauti del vecchio Continente avrebbe dichiarato di essere disposto a potenziare o cambiare il pacchetto internet pur di ottenere una maggiore velocità.

Scopri le tariffe internet mobile

Commenti Facebook: