Instagram, ricavi previsti in forte crescita

Instagram, il social network fotografico per eccellenza, presto diventerà altresì il social più apprezzabile sotto il profilo del display advertising: ad affermarlo è un recente studio condotto da eMarketer, secondo cui entro i prossimi due anni la società registrerà ricavi superiori a quelli determinati da Google e da Twitter.

instagram
Nuove stime per la crescita di Instagram

Più precisamente, eMarketer è pronta a sostenere che entro il 2017 Instagram genererà ricavi da visualizzazione di annunci display su mobile in grado di arrivare a 2,39 miliardi di euro, ovvero il 10% dei ricavi che vengono generati da Facebook, società che nel 2012 ha rilevato il social network fotografico per 1 miliardo di dollari.

Se le stime dovessero essere confermate, significherà non solamente l’allungamento del distacco che separa Instagram (quest’anno, un fatturato di “soli” 595 milioni di dollari) da Twitter (2,29 miliardi di euro), quanto anche e soprattutto il sorpasso ai danni di Google (2,38 miliardi di dollari).

Tra gli altri elementi di maggiore interesse desumibili dal dossier di eMarketer, vi è anche il fatto che la possibilità di creare delle inserzioni su Instagram esiste solamente in otto mercati (Stati Uniti, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone e Regno Unito), e che tra questi non figurano mercati potenzialmente appetibili come l’Italia (per la quale, peraltro, non vi sono date certe per il lancio ufficiale).

Confronta offerte ADSL Internet

Ebbene, nonostante tale limite territoriale, gli analisti di eMarketer si attendono una rapida crescita di Instagram nel corso dei prossimi 2-3 anni, spinta principalmente dalla forte domanda di nuovi prodotti che sono legati all‘advertising. A fiutare l’affare è anche Facebook, che in tal proposito ha dichiarato che a breve gli strumenti per l’acquisto di spazi pubblicitari su Instagram saranno completamente integrati con quelli del social network, permettendo dunque a chi pubblicizza su Facebook di acquistare degli annunci anche su Instagram.

Infine, si tenga anche conto che Instagram attualmente non ha la disponibilità di servizi pubblicitari per desktop, visualizzabili con una comune connessione ADSL su versione da pc, e che dunque le sue stime si riferiscono solamente alle entrate derivanti dal mobile. Insomma, le basi per una forte espansione del business dell’advertising sul social network fotografico più apprezzato del mondo sembrano essere più che evidenti, ed è pertanto molto probabile che entro il 2017/18 Instagram possa effettivamente svelare tutte le sue potenzialità nel breve termine.

Commenti Facebook: