Imposta di bollo, cosa cambia sui conti correnti e sui conti deposito?

Nelle ultime settimane si è parlato molto riguardo una delle misure presenti nel Decreto Salva Italia, che stabilisce il pagamento di un’imposta di bollo per i conti correnti, conti deposito e altri prodotti finanziari. In particolare qualche giorno fa, alcune banche quali Che Banca! o ING Direct hanno annunciato che i titolari del conto deposito Che Banca! o del Conto Arancio, rispettivamente, dovranno cominciare a pagare l’imposta di bollo che prima era a carico della banca.

Confronta Conti Correnti

Imposta di bollo sui conti correnti: a quanto ammonta?

L’imposta di bollo si applica negli estratti di conto corrente e nei rendiconti dei libretti di risparmio bancari o postali. L’imponibile, entrato in vigore a partire dallo scorso 1° gennaio 2012, è ripartito in questa maniera:

  • Persone fisiche: 34,20 euro annui;
  • Persone giuridiche: 100 euro annui.

Le esenzioni previste

Dalla nuova imposta di bollo sono esenti i conti correnti con una giacenza media annua sotto i 5.000 euro.

Tuttavia, bisogna considerare che se una persona fisica o giuridica ha più conti correnti intestati a suo nome, pur se nessuno di questi conti supera i 5.000 euro, occorre calcolare la somma delle giacenze di tutti i conti detenuti.

D’altronde, nel conteggio della media dei conti correnti intestati, non vanno calcolati i conti in rosso.

Tuttavia, molte banche prevedono esenzioni per i propri clienti. Alcuni conti correnti presenti sul mercato in cui l’imposta di bollo è a carico della banca sono:

Conto Corrente Arancio: l’imposta di bollo è gratuita sopra una giacenza minima di 3.000 euro.

Vai a Conto Corrente Arancio

Conto Corrente YouBanking: imposta di bollo gratuita con una giacenze minima di 5.000 euro.

Vai a Conto Corrente YouBanking

L’imposta di bollo sui conti deposito e altri prodotti finanziari

L’imposta di bollo va applicata anche sui conti di deposito bancari e postali e i prodotti finanziari.

Per i conti deposito, l’imposta va da un minimo di 34,20€ ad un massimo di 1.200€, solo per il 2012 però, dato che a partire dal 2013 il tetto massimo sparisce.

Nel caso dei prodotti finanziari, il bollo sarà dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% negli anni successivi.

Alcuni conti deposito in cui l‘imposta di bollo è ancora a carico della banca sono:

SI! Conto di Banca Sistema: senza spese; tasso lordo del 5,40% per i vincoli a 36 mesi.

Vai a SI Conto! di Banca Sistema

Conto Deposito YouBanking: senza spese; tasso lordo del 4,30% per i vincoli a 18 mesi.

Vai a Conto Deposito YouBanking

Utilizza il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto tutti i conti deposito e trovare quello che meglio si adatta alle tue esigenze.

Confronta Conti Deposito

Commenti Facebook: