Il Superanagrafe controllerà conti e carte di credito

Entro la fine di febbraio le Autorità tributarie avranno a disposizione i dati economici e finanziari dei contribuenti italiani, tra cui movimenti e giacenze su conti correnti, conti deposito, fondi pensione, carte di credito, cassette di sicurezza, società di intermediazione finanziaria, assicurazioni, acquisti di oro e preziosi.

Presto operativo il Superanagrafe

Era stato inserito nella legge di stabilità 2015 a fine dicembre l’emendamento che assegnava maggiori poteri al Superanagrafe, uno strumento che permette di accedere ai dati dei conti correnti, dei conti deposito, delle di carte di credito, delle carte bancomat ed altro ancora.

L’obiettivo è quello di dare maggiori poteri alle Autorità di controllo per una più efficace lotta all’evasione fiscale.
Confronta le migliori carte di credito
Il nuovo sistema è funzionale anche alla verifica della veridicità delle dichiarazioni ISEE, l’indicatore della situazione economica equivalente dei nuclei familiari, il quale funge da parametro per valutare i requisiti di accesso a determinate prestazioni agevolate (come borse di studio, servizi mensa, acquisto di libri di testo, trasporti pubblici, asili, ecc…).

Il monitoraggio del Superanagrafe partirà dai dati del 2013, che entro il 2 marzo dovranno essere inviati all’Autorità finanziaria; quelli relativi al 2014 dovranno essere inviati entro il 29 maggio, mentre a partire dal 2016 lo strumento funzionerà a pieno regime.

Le informazioni verranno acquisite dal SID, il sistema di interscambio dati, e da qui verranno trasmesse al Fisco.

In che modo controlleranno il nostro patrimonio?

Conti correnti

 

Per i conti correnti verrà verificato il saldo contabile a inizio e a fine anno, verrà determinato l’importo totale degli accrediti effettuati e quello degli addebiti nello stesso anno.

Non verrà considerato il dato riguardante la giacenza media fino a quando il sistema non entrerà a pieno regime, nel 2016, quando si avrà la disponibilità soltanto dai dati riferiti al 2015.
Confronta i migliori conti correnti

Conti deposito

Per i conti deposito si terrà conto del controvalore dei titoli rilevato a inizio e a fine anno e dell’importo totale degli acquisti, ad eccezione di eventuali rinnovi, e dei disinvestimenti di titoli e fondi.

Confronta i migliori conti deposito

Carte di pagamento

Per quanto riguarda le carte di credito e bancomat nel mirino ci sarà il plafond di spesa a inizio e a fine anno, nonché l’importo totale degli acquisti effettuati durante anno. Per quanto concerne le carte prepagate verrà analizzato l’importo totale delle ricariche effettuate durante l’anno

Cassette di sicurezza

Per le cassette di sicurezza verranno acquisite le informazioni sull’ammontare delle operazioni effettuate e del numero di accessi effettuati durante l’anno.

Acquisti di oro e preziosi

Sarà acquisito il valore totale degli acquisti e delle vendite di oro e metalli preziosi nel corso dell’anno.

 

Commenti Facebook: