Grazie ad Enel la Basilicata è sempre più green

Il nuovo parco eolico realizzato da Enel Green Power in Basilicata è solo l’ultimo tassello in un percorso che ha portato la Regione a diventare sempre più smart e green, grazie anche al progetto Smart Basilicata per tutelare il territorio e diffondere soluzioni per l’utilizzo efficiente delle risorse naturali dell’area, sviluppando metolodogie innovative per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio.

Eolico
Nuovi orizzonti grazie al parco eolico di Barile Venosa e il progetto Smart Basilicata

Il parco eolico di Enel Green Power a Barile Venosa ha una capacità installata di 8 MW di energia rinnovabile, per un investimento di oltre 11 milioni di euro. Da poco sono stati avviati i lavori di costruzione, e una volta in esercizio l’impianto sarà in grado di generare fino a oltre 22 GWh l’anno, l’equivalente del fabbisogno di consumo di circa 1.800 famiglie italiane. In questo modo si eviterà l’emissione nell’atmosfera di quasi 9mila tonnellate di CO2 all’anno.

L’energia verde prodotta dal parco di Barile Venosa si aggiunge a quella già prodotta in Basilicata con i parchi eolici di Pietragalla (18 MW) e Colobraro (2,55 MW).
Vai a Semplice Luce Enel
Per quanto riguarda invece il progetto Smart Basilicata, sviluppato da Enel Distribuzione, promosso e finanziato dal ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca e che vede collaborare con Enel il Distretto tecnologico TeRN, l’Università degli Studi della Basilicata, il Consiglio Nazionale delle Ricerche ed Enea, l’obiettivo è definire strategie di uso sostenibile delle risorse naturali, valutando l’efficacia di politiche energetico-ambientali su scala regionale. L’aspetto innovativo del progetto riguarda lo sviluppo, l’integrazione e la sperimentazione di apparecchiature e sistemi hightech di osservazione della Terra con le soluzioni evolute di ICT.

Commenti Facebook: