Fastweb: multa di 120.000 euro per pratiche scorrette

L’Antitrust ha inflitto una sanzione a Fastweb di 120.000 euro per pratiche commerciali scorrette. Il provvedimento, si legge nel Bollettino Antitrust, riguarda il comportamento posto in essere da Fastweb “consistente nel porre in essere ostacoli nei confronti dei clienti che hanno espressamente manifestato la volonta’ di migrare verso altro operatore e nel proporre, al fine di persuadere gli stessi ad annullare la richiesta di disdetta , piani tariffari apparentemente vantaggiosi”.

L’Antitrust, oltre alla sanzione per Fastweb, ha avviato inoltre un procedimento istruttorio nei confronti di Vodafone, al fine di verificare l’esistenza di pratiche commerciali scorrette. Il provvedimento – si legge nel bollettino – riguarda una pratica commerciale posta in essere da Vodafone nell’ambito della propria strategia “finalizzata al mantenimento dei clienti che abbiano manifestato l’intenzione di cambiare operatore, avendo avviato procedure per il trasferimento del proprio numero di utenza mobile verso un concorrente, attraverso proposte commerciali particolarmente vantaggiose” .

Via: Primanotizia

st ha inflitto una sanzione a Fastweb di 120.000 euro per pratiche commerciali scorrette. Il provvedimento, si legge nel Bollettino Antitrust, riguarda il comportamento posto in essere da Fastweb “consistente nel porre in essere ostacoli nei confronti dei clienti che hanno espressamente manifestato la volonta’ di migrare verso altro operatore e nel proporre, al fine di persuadere gli stessi ad annullare la richiesta di disdetta , piani tariffari apparentemente vantaggiosi”.

L’Antitrust, oltre alla sanzione per Fastweb, ha avviato inoltre un procedimento istruttorio nei confronti di Vodafone, al fine di verificare l’esistenza di pratiche commerciali scorrette. Il provvedimento – si legge nel bollettino – riguarda una pratica commerciale posta in essere da Vodafone nell’ambito della propria strategia “finalizzata al mantenimento dei clienti che abbiano manifestato l’intenzione di cambiare operatore, avendo avviato procedure per il trasferimento del proprio numero di utenza mobile verso un concorrente, attraverso proposte commerciali particolarmente vantaggiose” .

Via: Primanotizia

Commenti Facebook: