E-commerce, ogni anno in fumo 32 miliardi di euro di potenziali acquisti

Secondo quanto stima la piattaforma di web interaction sviluppata dall’italianissima Toc Toc, ogni anno i siti di e-commerce perdono circa 32 miliardi di euro a causa dei c.d. “carrelli abbandonati”. Ovvero, a causa dell’abitudine dei potenziali acquirenti di inserire con interesse uno o più prodotti nel proprio basket, per poi uscire dallo stesso sito senza effettuare alcun acquisto.

Ogni anno i commercianti online perdono fino a 32 miliardi a causa della mancata interazione
Ogni anno i commercianti online perdono fino a 32 miliardi a causa della mancata interazione

Toc Toc ha infatti stimato che se in Italia, nel 2014, il valore delle vendite online ha superato i 13 miliardi di euro, è possibile stimare che il valore del c.d. “carrello abbandonato” possa in realtà essere più che doppio, e pari ad almeno 32 miliardi di euro.

Confronta offerte ADSL casa

Sulle motivazioni che spingono i clienti ad entrare su un sito e-commerce con la propria linea ADSL casa o con una connessione mobile, manifestare interesse per alcuni prodotti, e poi uscire senza completare l’acquisto, spicca fondamentalmente la mancanza del “commesso di negozio”, determinante elevata come principale esigenza da parte di uno studio globale condotto da ComScore, e in grado di interessare un campione di circa 14 mila clienti online in tutti i principali mercati del mondo.

Non è un caso che sempre più aziende stiano dirigendo le proprio nuove strategie di gestione del portale di commercio elettronico attraverso l’implementazione di sistemi di web interaction come, ad esempio, la video chat con assistenti in grado di migliorare l’esperienza di acquisto nel cliente, supportandolo nell’individuazione del prodotto più adatto alle proprie esigenze, e chiarendo magari con tempestività eventuali aspetti secondari.

Commenti Facebook: