Disservizi per maltempo, ecco come fare reclamo e ottenere rimborsi

A causa del maltempo e le nevicate che hanno interessato diverse zone del Paese in queste ultime settimane, si sono verificate interruzioni delle forniture di energia elettrica e/o di acqua, nonché disservizi vari in materia di telefonia e connessione Internet. Per l’elettricità l’Autorità prevede indennizzi automatici, ma ottenere rimborsi adeguati per gli altri disservizi è più difficile. Di seguito, Confconsumatori spiega come fare reclamo e ottenere rimborsi.

maltempo disservizi, come chiedere rimborsi
Si possono chiedere rimborsi per i disservizi energia elettrica, acqua, Internet, TV e telefonia

Interruzione energia elettrica: indennizzi automatici

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI), attraverso la delibera ARG/ELT198/11, stabilisce indennizzi automatici nei casi di interruzioni prolungate o estese.

In particolare, in caso di interruzioni della fornitura energia elettrica, il cliente ha diritto a un indennizzo automatico di 30 euro, aumentato di 15 euro ogni ulteriori 4 ore di interruzione, fino a un massimo di 300 euro per 3 giorni senza elettricità.

Non è necessario quindi fare richiesta dei rimborsi: gli indennizzi verranno erogati automaticamente in bolletta entro il primo ciclo di fatturazione utile decorsi 60 giorni dal black out (180 giorni se sono coinvolti più di 2 milioni di utenti).

Per maggiori informazioni, rimandiamo al nostro articolo sull’ Interruzione energia elettrica senza preavviso.

Confronto Tariffe Energia Elettrica

Acqua, telefonia e Internet: il rimborso è possibile

Non sono previsti indennizzi automatici per le interruzioni senza preavviso dei servizi idrico e di telefonia, inclusa la connessione ADSL casa. Anche perché molti disservizi riguardanti acqua e telecomunicazioni sono imputabili alla mancanza di energia elettrica, e quindi non attribuibili direttamente ai gestori di acqua e telefonia.

Tuttavia, si può fare un reclamo scritto e chiedere un rimborso. E’ fondamentale in questi casi però l’invio massiccio di reclami da parte dei consumatori, non solo perché offre un quadro delle dimensioni del problema, ma induce anche il gestore a individuare le responsabilità e ad adottare soluzioni collettive relativamente ai disservizi.
Confronto Offerte Internet

Telefonia, Internet e TV: come fare reclamo

Per quanto riguarda i servizi di telefonia mobile, Internet e TV, Confconsumatori consiglia di “inviare una raccomandata a/r o fax al Gestore (chi emette le fatture) segnalando il disservizio subito e la durata dello stesso, evidenziando il contesto di emergenza in cui si è verificata l’interruzione della linea senza preavviso”. L’indirizzo a cui spedire è quello che compare sulla bolletta o contratto.

E’ possibile calcolare l’indennizzo spettante consultando le Carte dei Servizi disponibili sul sito dell’AGCOM. Se la situazione è complessa o si ha bisogno di assistenza, l’utente si può rivolgere ad un’associazione dei consumatori.

Ecco un modello di reclamo.

Confronto Offerte Telefonia

Disservizio idrico, come fare reclamo

Anche in questo caso Confconsumatori consiglia di inviare una raccomandata a/r o fax al Gestore segnalando la durata del distacco del servizio, all’indirizzo che compare sulla fattura o contratto.

In questo caso però non si può calcolare l’ammontare dell’indennizzo basandosi sulle Carte dei Servizi, perché esse stabiliscono un tempo massimo per il ripristino dell’utenza interrotta per guasto (12-24 ore) ma non prevedono rimborsi automatici in queste situazioni.

Infine, se per qualsiasi motivo non si è conforme con l’attuale fornitore di luce, gas, telefonia, Internet o TV, vi ricordiamo che il passaggio tra gestori è semplice, gratuito e la continuità dei servizi è sempre garantita dalle Autorità.

Per identificare le migliori proposte di utenze e servizi, rimandiamo ai comparatori gratuiti di SosTariffe.it

Confronto Tariffe Gas

Commenti Facebook: