di

Credito ai consumatori, cos'è e quale la differenza con altri prestiti?

La Banca d'Italia, nella sua Guida "Il credito ai consumatori in parole semplice" spiega in poche pagine cos'è il credito ai consumatori, qual è la differenza con altri tipologie di prestiti, chi può richiedere un credito ai consumatori e a chi occorre rivolgersi e come si valuta il merito creditizio di un consumatore. Di seguito, riportiamo le principali informazioni come spiegate da Bankitalia.

Credito ai consumatori, cos'è e quale la differenza con altri prestiti?

Credito ai consumatori: cos’è?

Il credito ai consumatori è un tipo di prestito che si può richiedere unicamente per esigenze personali, riguardanti la vita privata e familiare.

Quando il credito ai consumatori serve per acquistare una cosa in particolare (sia una macchina, un elettrodomestico, un corso di formazione, etc), si chiama prestito finalizzato o “credito collegato” e, solitamente, la banca o l’intermediario eroga la somma direttamente al venditore.

Un prestito non finalizzato è quello richiesto perché si ha bisogno di denaro liquido, e non è “finalizzato” appunto all’acquisto di alcun bene.

Non sono credito ai consumatori tutte le esigenze che riguardano le attività professionali, quelle evidente come l’acquisto di una macchina agricola ma anche di una stampante per il negozio.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Credito ai consumatori: cosa non è?

Non tutti i prestiti richiesti per esigenze private sono “credito ai consumatori”. Ad esempio, non appartengono alla categoria di credito ai consumatori:

  • „„prestiti sotto i 200 e sopra i 75.000 euro;
  • prestiti che non prevedono il pagamento di interessi o altri costi;
  • prestiti per l’acquisto di un terreno o un immobile costruito o progettato;
  • prestiti di durata di oltre 5 anni garantiti da ipoteca;
  • sconfinamenti, ovvero l’uso, autorizzato in via occasionale, di somme superiori al proprio saldo di conto corrente o al fido.

A chi richiedere il prestito?

E’ possibile chiedere un credito ai consumatori a un finanziatore, ovvero banche e società finanziarie autorizzate. Il finanziatore può servirsi di agenti e mediatori creditizi, che sono intermediari del prestito.

Se il credito è richiesto per acquistare un bene o un servizio, solitamente è possibile richiederlo direttamente nei punti vendita,
per esempio ipermercati, negozi di elettronica e concessionarie auto, che preparano il contratto di finanziamento collegato alla vendita.

Chi può richiedere e ottenere il prestito?

Tutti i consumatori possono richiedere un prestito. Per ottenerlo però bisogna dimostrare di essere capace di rimborsare l’importo erogato alle scadenze stabilite.

Questa capacità si chiama “merito creditizio” e viene valutata dal finanziatore prima di concedere il finanziamento.

Come si valuta il merito creditizio?

Prima di firmare il contratto, il finanziatore raccoglie le informazioni sulla capacità di rimborso del cliente, consultando anche specifiche banche dati, pubbliche e private, che raccolgono informazioni sui prestiti ottenuti dai consumatori e anche
eventuali informazioni negative, quali un prestito rifiutato o difficoltà nel pagamento delle rate.

Per individuare il prestito ai consumatori più conveniente, rimandiamo al nostro comparatore gratuito ed indipendente di finanziamenti online.

Confronta Prestiti »

Commenti Facebook: