Conti correnti e imposta di bollo, quali i più convenienti

A fronte dei cambiamenti per l’imposta di bollo nei conti deposito, tutto rimane uguale invece per l’imposta di bollo sul conto corrente, che di norma rimane a 34,20 euro per le giacenze superiori ai 5.000 euro. Ma attenzione, perché molte banche oggi propongono formule convenienti per accollarsi l’intero importo, per sempre o fino a una determinata data futura. Ecco pertanto i conti correnti più conveniente di questo inizio 2014.

Conti correnti
Ecco chi si accolla l'imposta di bollo e chi no

Imposte e bolli vanno naturalmente tenuti presente all’apertura di un nuovo conto corrente a zero spese. Fra i più convenienti di questo inizio anno, troviamo il Conto Freedom One di Mediolanum, con zero spese di apertura e gestione e tassi di interesse dell’1% all’anno per il deposito libero e 2,50% per il vincolo ad alta remunerazione. In più, se si apre un nuovo conto Freedom One prima del prossimo maggio si partecipa all’estrazione di un iPhone 5C. Attenzione, perché qui l’imposta di bollo per giacenze superiori ai 5.000 euro è a carico del cliente.

Il conto corrente Fineco è a zero canone, con prelievi Bancomat gratis ovunque, carta di credito gratis e la possibilità di fare ricorso alle tante filiali Unicredit sparse per il Paese per versare «fisicamente» i propri contanti e assegni. Per quanto riguarda invece le opzioni di deposito, queste sono CashPark Open a 0,25% e soldi disponibili con un clic senza perdere interessi e CashPark Save, con vincolo di dodici mesi e un interesse lordo annuo del 2,00%. In più le applicazioni mobile di Fineco sono considerate tra le migliori e più affidabili disponibili per iOs o Android. L’imposta di bollo è a carico del cliente.
Confronta conti correnti
Nessuna imposta di bollo invece per il conto corrente di CheBanca!, con opzione online al costo di 21 euro annui. Come la gran parte dei conti online, operando via Internet quasi tutti gli accrediti, tranne che per i bonifici urgenti e di importo elevato, sono gratuiti, ma le operazioni in filiale costano un euro l’una.

Banco Popolare propone invece YouBanking, anch’esso online e a zero spese. Qui l’imposta di bollo per le giacenze elevate è a carico della banca fino al 30 giugno del 2015 e accrediti e bonifici sono gratis, in più si può partecipare al concorso YouWin per vincere buoni benzina e iPad fino al 30 gennaio 2014.

Infine l’offerta di Ing Direct per i conti corrente a zero spese si chiama Conto Corrente Arancio: non si paga l’imposta di bollo anche con giacenze superiori ai 5.000 euro, inoltre e canone, prelievi, bonifici e pagamenti sono gratuiti.

Commenti Facebook: