Commercio online estero, per eBay de Deloitte è trend crescente

Secondo quanto rivela uno studio commissionato da eBay a Deloitte, e denominato “The omnichannel opportunity: a report for eBay”, il 15% dei consumatori residenti nell’Unione Europea nel 2013 ha effettuato operazioni di acquisto di prodotti provenienti da altro Paese estero.

Destinate a crescere le vendite online oltre confine
Destinate a crescere le vendite online oltre confine

Una percentuale sicuramente di rilievo che – riteniamo – potrà crescere ulteriormente nel corso del prossimo futuro anche grazie alla possibilità di disporre di condizioni di accesso a internet più vantaggiose, a ulteriore contribuzione di una riduzione del digital divide che separa il territorio italiano dalle migliori esperienze europee.

Scopri le migliori tariffe ADSL »

Per quanto concerne il nostro Paese, infatti, solamente il 4% del commercio transfrontaliero appare essere in mano allo Stivale. I mercati più forti nel settore transfrontaliero sono invece la Germania, con il 27% delle vendite, il Regno Unito, con il 24% delle vendite, e la Francia, con il 14% delle vendite. Da sole, pertanto, Germania e Regno Unito riescono a “pesare” per più della metà del commercio transfrontaliero europeo, con una quota di mercato del 51% e un controvalore in termini assoluti che supera gli 8 miliardi di euro.

In Italia, le vendite effettuate mediante l’e-commerce rappresentano il 2,6% del totale, per un controvalore di 11 miliardi di euro. Considerando altresì gli acquisti registrati nei negozi tradizionali e conclusi online, il volume delle vendite arriva a 35 miliardi di euro, con ottime prospettive di incremento nel breve e nel medio termine.

Commenti Facebook: