Come spedire denaro via SMS o smartphone

L’estate 2015 potrebbe essere ricordata non solamente come una delle stagioni più calde degli ultimi anni, quanto anche per il periodo che costituirà la base di lancio per l’esplosione del business delle app utili per potersi spedire denaro tra smartphone. Già operative in tutto il Paese (e, naturalmente, non solo), non passa infatti giorno senza assistere all’ampliamento della rete di negozi e di benzinai “contactless”.

pagamenti mobili
Crescono le app per i pagamenti mobili

Dalle possibilità di regolare comodamente il conto di una bella cena estiva al ristorante, alla possibilità di pagare il pieno di benzina per una gita fuori porta, non sono certamente poche le possibilità oggi in capo ai consumatori italiani.

Tra i principali esempi, particolare risalto sta acquisendo Jiffy, nuovo sistema per i pagamenti peer – to – peer, sviluppato dalla società Sia, azienda da tempo attiva nella progettazione e nella gestione di infrastrutture e di servizi tecnologici. Attraverso una semplice app l’operatore permette di inviare denaro in tempo reale ai propri contatti, associando altresì il codice Iban del conto al numero di telefono. La disponibilità immediata del trasferimento e i livelli di sicurezza sono garantiti interamente dagli standard (elevati) Sepa.

Confronta tariffe Internet mobile

Oltre a UbiBanca (che distribuisce il servizio dallo scorso mese di febbraio) e Carige (che invece è partita più recentemente), al novero delle banche che si sta preparando a supportare l’esplosione del mobile payment c’è anche Intesa Sanpaolo, che tramite il proprio internet banking ha già racconto più di 70 mila adesioni tra i propri titolari di conto corrente.

Tutto qui? Certamente no. Tanto che Nicola Cordone, senior vice president di Sia, racconta al Corriere della Sera che entro la fine del mese di luglio il sistema sarà commercializzato anche da UniCredit, BNL e Cariparma, e che subito dopo l’estate si accoderanno anche CheBanca!, Mediolanum, MPS, Poste, BPM, Popolare di Sondrio, Popolare di Vicenza. Entro la fine dell’anno, Jiffy non solo permetterà trasferimenti di denaro tra smartphone, ma anche pagamenti diretti presso gli esercenti.

Confronta i migliori conti correnti

Una possibilità, quella di cui sopra, già prevista da Satispay, altro nome noto nel comparto dei pagamenti, che permette di trasferire denaro in tempo reale via smartphone e pagare presso gli esercenti convenzionati. Il tutto, ricorda l’Osservatorio mobile payment commerce del Politecnico di Milano, con standard di sicurezza bancari che possono essere resi analoghi a quelli di Jiffy.

Commenti Facebook: