di

Come sapere se Facebook è sotto controllo?

Se avete il dubbio che il vostro account di Facebook sia sotto controllo, c'è qualcosa che potete fare per vivere con maggiore serenità l'utilizzo del social network più famoso del mondo. Vediamo dunque come sapere se Facebook è sotto controllo, e come prendere le opportune mosse per correggere eventuali sgradite presenze!

Come sapere se Facebook è sotto controllo?

Innanzitutto, è bene cercare di comprendere cosa si intenda per “sotto controllo“. Generalmente con tale termine si intendono due diverse situazioni opposte:

  1. avere l’impressione che qualcuno stia monitorando le nostre mosse sul social network con fini più o meno bonari;
  2. avere l’impressione che qualcuno conosca la nostra email e password, e acceda dunque al nostro account.

Facebook sotto controllo: amici troppo invadenti?

Per quanto concerne la prima eventualità, c’è comunque qualcosa che potete fare: impostare correttamente la privacy. Se pertanto avete l’impressione che un contatto tra gli amici si stia insinuando eccessivamente nella vostra vita digitale, potete ricorrere alla fissazione delle più opportune impostazioni sulla privacy.

Per far ciò, una volta avuto accesso al vostro account dovrete cliccare sull’icona del lucchetto che trovate in alto sulla destra. Nella maschera dei collegamenti rapidi alla privacy potrete individuare la voce “Chi può vedere le mie cose” e “Qualcuno mi infastidisce. Come faccio a farlo smettere?“, oltre naturalmente alla possibilità di vedere altre impostazioni e consultare le informazioni di base sulla privacy.

Dunque, potete comunque evitare di togliere l’amicizia a un contatto che volete comunque cercare di mantenere a dovuta distanza, e – nel contempo – evitare che lo stesso possa avere accesso ad alcuni o tutti dei vostri contenuti. Per far ciò è sufficiente selezionare la voce “Chi può vedere i miei post futuri” e, se preferite, fare in modo che la risposta dipenda dalle liste di selezione che avrete avuto modo di creare. C’è altresì la possibilità di fare in modo che ad essere escluso dagli aggiornamenti sia solamente una o più persone.

Confronta offerte ADSL»

Naturalmente, un metodo più “estremo” potrebbe essere rappresentato dalla possibilità di eliminare il contatto dai vostri amici e impedire di iniziare delle conversazioni successive o vedere ancora ciò che viene pubblicato sul proprio diario: la funzione è quella di blocco (la trovate identicamente all’interno delle impostazioni sulla privacy).

Facebook sotto controllo: codici di accesso rubati?

Esiste tuttavia anche un altro concetto di “sotto controllo“, sicuramente più dannoso: l’impressione che qualcun altro sia entrato in possesso delle “chiavi” del vostro account e, di conseguenza, si stia introducendo nel vostro profilo personale con vari finalità. Una eventualità che spesso è possibile “scovare” con facilità andando a verificare la propria “cronologia” (è sufficiente, con la vostra connessione ADSL o Internet mobile, cliccare sul pulsante della freccia in basso, in alto a destra dopo aver avuto accesso al proprio account, e poi selezionare “Registro attività”).

Confronta tariffe Internet mobile»

Anche se non trovate delle operazioni sospette, è tuttavia possibile che l’incursore abbia avuto la furbizia di cancellare la sua “storia” nel registro delle attività. Se avete tali dubbi – ma noi vi consigliamo di procedere in tale operazione periodicamente, anche prima di farvi venire in mente il dubbio su come sapere se Facebook è sotto controllo – cambiate immediatamente l’indirizzo di posta elettronica. Potete naturalmente anche avvisare Facebook di tali potenziali attività.

In linea di massima, è buona abitudine utilizzare lo strumento di socialità nei modi leciti e previsti dal regolamento. Nel caso in cui individuiate delle attività sospette, evitate di alimentarle e procedete alla revisione periodica delle impostazioni sulla privacy. Detto ciò, ricordate che l‘assistenza di Facebook è a vostra disposizione per qualsiasi problema inerente la corretta gestione dell’account, e che è pertanto buona abitudine quella di condividere con lo staff del social network eventuali comportamenti incongrui.

Commenti Facebook: