Carte di credito: ancora poco sicure per il pagamento online

Siete degli appassionati dello shopping online? Speso utilizzate la vostra carta di credito per eseguire i pagamenti su internet? Se la risposta è sì, fate attenzione: oggigiorno le carte di credito sono più sicure, ma ancora ci sono molte frodi, principalmente nel settore dei pagamenti online.

Confronta Carte di Credito

In particolare, nel 2010 la metà delle frodi sulle carte di credito e debito si sono verificati sui pagamenti tramite posta elettronica, telefono o internet, mentre un terzo sui pagamenti con POS e un sesto presso gli sportelli ATM.

Tuttavia, rispetto al 2007, le frodi sulle carte di credito sono in calo grazie, innanzitutto, allo sviluppo dei sistemi di sicurezza sul web.

Il miglioramento più notevole sul settore della sicurezza delle carte è dovuto all’adozione del microchip, che è più sicuro rispetto alla tradizionale banda magnetica non solo per le proprie caratteristiche fisiche (il microchip difficilmente può essere duplicato) ma anche per le infrastrutture tecnologiche dietro la transazione.

Grazie a questo dispositivo infatti il numero di frodi presso i terminali ATM e POS si è ridotto momlto rispetto il 2007.

Questi dati emergono dal primo rapporto sulle frodi sulle carte di credito elaborato dalla BCE insieme alle 17 banche centrali nazionali dell’UE.

Il rapporto analizza gli sviluppi delle frodi relative ai pagamenti con carta all’interno dell’area SEPA (Single Euro Payments Area) dal 2007 al 2010.

Le frodi, nel 2010, hanno raggiunto un totale di 1,26 miliardi di euro, in diminuzione del 12,1% rispetto il 2009.

Se si analizza la quota di frodi sul valore totale delle transazioni, è diminuito dallo 0,045% del 2007 allo 0,040% nel 2010, dopo aver raggiunto un picco dello 0,050% nel 2009. Tra il 2007 e il 2010, la somma complessiva delle frodi è cresciuta dello 0,7%, ma il valore delle transazioni si è incrementato del 5,1% a circa 3.000 miliardi all’anno.

In totale l’1,2% di carte emesse nell’area SEPA sono state impiegate in modo fraudolento (12 carte su 1.000).

La stragrande maggioranza dei pagamenti virtuali, ovvero con carta non presente (74%) sono stati eseguite su internet.

Infine, il rapporto della BCE conclude avvertendo che, anche se le frodi sulle carte sono in discesa, servono ancora  misure coordinate di prevenzione e standard internazionali, sopratutto per quanto concerne la sicurezza delle transazioni su internet.

 

Commenti Facebook: