Banda larga Italia: la copertura nel 2015

Il 2015 sarà l’anno della banda larga? Di certo tra l’Agenda digitale arrivata sul tavolo del Consiglio dei ministri proprio in questi giorni e gli investimenti delle diverse TLC, si può dire che il digital divide si sta riducendo, anche se il gap da colmare rispetto al resto dell’Europa rimane ampio. Vediamo, operatore per operatore, com’è la copertura per la loro banda larga (ADSL e fibra ottica) nel 2015.

Fibra
Tutte le coperture degli operatori italiani per rete fissa e Internet mobile

La copertura di Telecom Italia

I dati più recenti a proposito della banda larga di Telecom Italia parlano di una copertura ADSL al 98,40%, visto che l’ex monopolista con le sue linee fisse copre quasi la totalità del territorio italiano, numero che si riflette direttamente sulla copertura delle ADSL dei concorrenti. Per quanto riguarda la fibra ottica, invece, la disponibilità del servizio a fine 2014 riguarda 131 città, per un 28% della popolazione totale.

Sempre per i dati relativi a fine 2014, l’LTE di Telecom Italia oggi copre l’80% della popolazione, permettendo connessioni superveloci con Internet mobile; il 4G Plus è invece disponibile in 120 città italiane.
Confronta le migliori offerte banda larga »

La copertura di Vodafone

Le città coperte dalla fibra ottica di Vodafone sono 84, ma il fiore all’occhiello per l’operatore è la connessione più veloce d’Italia (300 Mbps in download) presente a Milano e a Bologna, a partire da 25 euro per 12 mesi. Anche il 4G di Vodafone raggiunge l’80% della popolazione, per un totale di 3500 comuni; in 150 di questi è disponibile anche la versione più potente, il 4G+ (LTE Advanced).
Confronta le offerte Internet mobile »

La copertura di Fastweb

La banda ultralarga di Fastweb arriva attualmente a 5,5 milioni di famiglie e imprese, cioè il 20% della popolazione italiana. I progetti per il futuro sono ambiziosi: nel nuovo piano 2015-2016 è stata infatti decisa l’estensione della rete NGAN a 2 milioni di nuove famiglie e imprese, per portare la copertura al 30% della popolazione italiana, o 7,5 milioni di unità immobiliari in 100 città a fine 2016.

La copertura di Wind e Infostrada 

I piani di Wind per il 4G hanno visto, con il contestuale potenziamento della rete HSPA+, coprire con il LTE il 35% della popolazione italiana; al momento la base d’utenza mobile di Wind si attesta in 21,8 milioni.

La fibra di Infostrada (a differenza dell’ADSL) per ora è attiva solo nella città di Milano.

Gli altri operatori 

Oltre all’ADSL di Tiscali, sono poi da considerare i provider che offrono banda larga senza fili sul territorio italiano, come il WiMax di Linkem o l’Internet satellitare di Tooway che permettono di raggiungere anche quelle zone isolate che non possono contare su una linea telefonica tradizionale.

Commenti Facebook: