Banche più sicure per i conti correnti: la lista

Il rapporto mensile dell’ABI ha svelato che le sofferenze lorde della banche italiane ammontano a ben 201 miliardi di Euro (2 miliardi in più rispetto al 2015). Mentre continuano le trattative Governo-Bruxelles per la creazione di una garanzia statale, gli italiani tremano all’idea di perdere il denaro investito, custodito in conti correnti, conti deposito e libretti. Ecco qual’è la lista della banche più sicure secondo l’UE e secondo la classifica dell’Università Bocconi di Milano.

Le buone banche italiane. Mediolanum al primo posto, MPS al sesto non è fragile

L’avvio delle trattative fra Governo e Bruxelles per la creazione di una garanzia statale sulle sofferenze bancarie può dirla lunga sullo stato di salute delle nostre banche. Eppure il presidente del Consiglio Matteo Renzi rassicura sulla solidità del sistema, e viene supportato dagli esiti dell’indagine svolta dall’Università Bocconi di Milano. Sono milioni gli italiani che in questi giorni cercano la lista delle banche più sicure per mettere al riparo conti correnti, conti deposito e investimenti dalla crisi: eccola.

La lista delle banche più sicure

Premesso che i conti correnti e i conti deposito inferiori a 100mila Euro sono protetti dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi (come confermato nella Guida dell’ABI al BAIL-IN e riassunto nella notizia su come tutelare il conto deposito se la tua banca è a rischio), i clienti le cui somme intestate superano questo importo, sono preoccupati dall’idea di perdere i risparmi e gli investimenti accumulati. Quel che è certo è che le banche di credito cooperativo sono quelle più a rischio -vedi il caso Banca Etruria-, e che gli istituti tenuti sott’occhio attualmente sono 30. Il dato è confermato dagli studi dell’Università Bocconi, secondo i quali le banche più solide, convenienti, e che offrono maggiori garanzie sono di grandi dimensioni e non si trovano nelle periferie.

All’apice della classifica stilata dalla Bocconi sulle banche più sicure in cui aprire conti correnti c’è Mediolanum, seguita da Credem, Intesa San Paolo e Ubi Banca, che in effetti non hanno ricevuto alcuna notifica di controllo da parte dell’UE. Monte dei Paschi di Siena, che al contrario è sotto l’occhio di Bruxelles, si trova la sesto posto della classifica degli istituti più solidi.
Apri conto corrente Mediolanum

Conti correnti al sicuro: l’indagine della Bocconi

Lo studio condotto dal’Università Bocconi di Milano, rivela che i recenti crolli in Borsa non rispecchiano il reale stato di salute sistema bancario. Secondo i dati pubblicati, banche come Intesa Sanpaolo, Ubi Banca e il Banco Popolare, rientrano tra gli istituti che più soddisfano i criteri di solidità e convenienza, senza contare Mediolanum, che presenta il maggior indice di solidità patrimoniale (18,8%). Ecco cosa succede invece incrociando le informazioni della Bocconi, con i controlli effettuati dall’UE.

Sotto l’occhio di Bruxelles risultano attualmente i seguenti istituti: BPM, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Banca Popolare e Bce Carige. Tuttavia l’indagine della Bocconi, sottolinea come aprire un conto corrente Monte dei Paschi non è sinonimo di denaro in pericolo. MPS si trova al sesto posto della classifica Bocconi delle banche più sicure, e nonostante il crollo in Borsa, guadagna 85 punti dimostrandosi istituto meno fragile rispetto ad altri.
Trova conto corrente online
I criteri utilizzati dalla Bocconi per stilare la lista delle banche più sicure in cui aprire conti correnti, hanno tenuto conto di tre indici, utili a definire una “buona banca”. I primi, riguardano la patrimonializzazione (Cet1, Tier1 e Total Capital Ratio), il secondo la redditività e i terzi, i due Isc, rappresentano l’Indicatore sintetico di costo annuo che dà un prezzo di riferimento del conto corrente: uno per il servizio allo sportello, l’altro per i canali diversi come l’online.

Commenti Facebook: