Audiweb: Italia sempre più connessa, ma Web sottoutilizzato

Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla società Audiweb e relativi al mese di novembre del 2011, circa 27 milioni di italiani si sono connessi almeno una volta alla rete Internet attraverso un computer, con 13,4 milioni di utenti attivi nel giorno medio. Un risultato molto importante, tenendo conto che nello stesso periodo del 2010 il numero di persone che si erano connessi sul Web almeno una volta era il 9% in meno.

Nel giorno medio le donne online sono crescite dell‘11,7% (per un totale di 6 milioni di utenti) rispetto all’anno precedente, soprattutto nella fascia d’età tra i 25 e i 35 anni. Gli uomini sono ancora la maggioranza, con 7,3 milioni di utenze e una fascia d’età preminente che va dai 34 ai 54 anni. In crescita anche gli utenti maschi tra i 25 e i 34 anni (il 32,7% del totale).

Tenendo conto dell’area geografica di provenienza, è il Nord Ovest ad avere il primato (30,7%), che supera di pochissimo il Sud e le isole (30,6%). Il Centro è al terzo posto con il 17,6% e il Nord Est supera poco più del 15%.

Secondo il presidente di Audiweb, Enrico Gasperini, il quadro dell’Italia per quanto riguarda l’utilizzo di Internet non è poi così grave e con il passare dei mesi la situazione si sta avvicinando sempre di più alla media europea. L’ADSL è sempre più diffuso, sia tra i privati che nelle Aziende, ma anche l’Internet mobile sta ottenendo dei risultati notevoli, grazie anche ad una maggiore disponibilità della banda larga.

Il problema, secondo Gasperini, è la mancanza di di energia, coraggio e fantasia che consentono di sfruttare al meglio la rete, attualmente sottoutilizzata e sottovalutata rispetto alle reali potenzialità di questo mezzo di comunicazione in continua crescita.

Commenti Facebook: