Assicurazioni sul trasporto pubblico: Ania contesta l’Antritrust

Con comunicato stampa del 26 marzo Ania, l’Associazione Nazionale delle Imprese Assicurative, difende UnipolSai e Generali Assicurazioni dal provvedimento sanzionatorio erogato dall’Antitrust. Secondo l’associazione dal 2010 al 2014 non si sarebbe svolto alcun tavolo tecnico né trattative dirette a falsare la concorrenza del mercato per vincere gli appalti sul trasporto pubblico in 15 città italiane. Intanto, a carico delle due compagnie, restano due multe da 29 milioni di Euro.

Nessun tavolo tecnico su condotte anticoncorrenziali. Secondo Ania gli appalti si sono svolti regolarmente

L’Antritrust ha multato per 29 milioni di Euro UnipolSai e Generali Assicurazioni (confluite attualmente in UnipolSai S.p.a.) per aver messo in atto un’intesa restrittiva diretta all’ottenimento di 58 appalti in 15 città italiane dal 2010 al 2014. Il fatto, secondo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sarebbe stato realizzato, attraverso volontaria, mancata partecipazione, alle gare d’appalto per l’aggiudicazione del servizio copertura assicurazioni per il pubblico trasporto.

Ania però, l’Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici, nega qualsiasi allestimento di tavolo tecnico o trattativa che abbia coinvolto Generali Assicurazioni e UnipolSai nell’atteggiamento falsato di concorrenza descritto nel provvedimento.

Nel comunicato stampa reso dall’associazione il 26 marzo, Ania ha precisato come riguardo agli appalti sul pubblico trasporto, non vi sia stata alcuna intesa restrittiva, e precisa che l’attività associativa si è svolta nel pieno rispetto della normativa e su esplicita sollecitazione di altre Authority (Ivass e Autorità nazionale anticorruzione ex Autorità di vigilanza sui contratti pubblici) che hanno partecipato al tavolo tecnico con propri rappresentanti proprio per discutere sulle criticità che caratterizzano il costo dei servizi assicurativi delle aziende di trasporto pubblico e favorire l’espletamento delle gare.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: