Assicurazione auto per neopatentati: 5 cose da sapere

Stipulare un’assicurazione per neopatentati spesso è qualcosa che spaventa. Ci si aspettano premi esorbitanti e – si sa – le compagnie assicurative fanno pagare cara l’inesperienza alla guida. Ci sono però delle accortezze e delle informazioni che possono essere utili per non farsi prendere alla sprovvista, per capire come districarsi tra clausole e preventivi e uscire vincitori conquistando l’assicurazione più conveniente per le esigenze dei neopatentati.

Come scegliere la miglior assicurazione auto per neopatentati

Prendere la patente è ancora un sogno o un traguardo importante per i ragazzi? Stando alle maggiori statistiche, sia italiane che internazionali, oggi non lo è più. Nel corso degli anni si è abbassato notevolmente il numero dei giovani che prendono la patente all’età di 18 anni o che posseggono un’auto di proprietà. Guidare l’auto non rappresenta più un rito di passaggio verso l’indipendenza e la libertà. A quanto pare è più probabile che i diciottenni chiedano ai genitori uno smartphone o un ritrovato tecnologico di ultimissima generazione. L’esigenza di spostarsi c’è comunque, ma ci sono le biciclette e le minicar che fanno concorrenza alla più classica automobile. Anche SosTariffe.it ha rilevato che l’età media delle persone che richiedono un preventivo auto online in Italia è di 40 anni.

Lasciando però da parte le statistiche, ci sono concretamente ancora ragazzi e giovani adulti che prendono la patente, acquistano un’auto di proprietà e che hanno bisogno di stipulare la loro prima assicurazione auto. Vediamo i cinque punti e le informazioni più importanti necessarie per fare le giuste mosse e per risparmiare.

Confronta le migliori assicurazioni auto

1 Il Decreto Bersani

Per i soggetti neopatentati (indipendentemente dall’età) è possibile ereditare la classe di appartenenza di uno dei genitori (o di qualsiasi altra persona all’interno del loro Stato di Famiglia). Questo consente loro di stipulare la prima assicurazione senza partire dall’ultima classe di merito (la 14esima) che è la più dispendiosa e che verrà affidata a chi non farà esplicita richiesta all’assicuratore per l’applicazione del Decreto al momento della stipula del contratto.

2 Le auto per neopatentati: limitazioni e velocità consentite

I neopatentati, nel corso del primo anno di guida, non possono guidare veicoli con un rapporto tra peso/potenza superiore e 55kw/t e con una potenza maggiore di 70 kW. È in approvazione presso il Senato, da circa 2 anni, un disegno di legge che, prevedendo una riforma del codice della strada, abbasserebbe la limitazione a 6 mesi. La riduzione sarebbe valida solo nel caso in cui non si effettuino violazioni con decurtazione di punti, mentre non sussisterebbe nel caso in cui di fianco al guidatore ci fosse una persona di non più di 65 anni e che abbia la patente da almeno 10. Al momento però non è stata approvata.

Infine è sempre valida la condizione per cui durante i primi 3 anni di guida, il limite massimo di velocità raggiungibile è di 100Km/h in autostrada e 90Km/h sulle strade extra-urbane.

3 La polizza sugli infortuni del conducente

Chiunque stipuli una polizza assicurativa, è assicurato obbligatoriamente per l’RCA (Responsabilità Civile Autoveicoli) che potremmo definire in qualche modo il “pacchetto base”. Ci sono però tutta una serie di polizze accessorie, pensate per diverse esigenze, che consentono di personalizzare la propria assicurazione.

Nel caso dei neopatentati che non guidano un’auto propria e utilizzano quella dei genitori (o di altri parenti), una delle tutele facoltative più utili è sicuramente quella sugli infortuni del conducente: il proprietario dell’auto -nel caso in cui non l’abbia già – la può aggiungere e in questo modo proteggere il conducente da eventuali infortuni, in occasione dei quali la compagnia riconoscerebbe un indennizzo. Ricordiamo infatti che la sola RCA protegge solo il proprietario dell’auto, ma non chi dovesse guidarla al posto suo.

4 Le polizze Kasko e Furto Incendio

La polizza Kasko copre i danni accidentali ed è la garanzia che indennizza qualsiasi danno, compreso quello causato dal un guidatore alle prime armi che abbia torto; può essere ulteriormente estesa anche in caso di atti vandalici e fenomeni naturali (grandine per esempio).

Furto Incendio è invece una polizza accessoria utile soprattutto nel caso in cui la stipula della prima assicurazione a carico del neopatentato riguardi un veicolo appena acquistato (o appena regalato). Rimborsa il furto (anche i danni dovuti a tentato furto) e l’incendio dell’auto, riconoscendo un indennizzo pari al valore del veicolo nuovo per un determinato periodo di tempo a partire dalla data di immatricolazione (spesso 6 mesi). Nel caso in cui invece il veicolo non sia nuovo, il rimborso viene calcolato sulla base del prezzo di mercato dell’usato.

5 Come risparmiare e stipulare l’assicurazione per neopatentati più conveniente

In generale, il premio della polizza viene calcolato anche sulla base dell’età, che tra i 18 e i 26 anni è ritenuta quella a maggior rischio, di conseguenza è anche la fascia in cui sottoscrivere una polizza comporta una spesa maggiore. Alcune compagnie estendono questo range fino ai 28 anni, quindi un primo step per tenere sotto controllo il costo, a partire dai 26 anni, è quello di valutare preventivi e condizioni di un’assicurazione che non estenda ancora oltre l’età considerata a rischio.

Esistono inoltre compagnie assicurative che prevedono soluzioni assicurative esclusivamente dedicate ai neo-guidatori, altre al contrario non prevedono distinzioni tra neopatentati e non. Questo è un altro criterio da tenere necessariamente in considerazione per raccogliere le giuste informazioni e per effettuare una scelta conveniente.

Per trovare la migliori assicurazioni auto per neopatentati il primo passo è sicuramente confrontarle tra loro ed effettuare preventivi senza impegno, solo in questo modo è possibile valutare oggettivamente la qualità di una polizza e prevedere sia la spesa che si andrà a sostenere, che quanto si potrà risparmiare grazie a un percorso di ricerca delle informazioni consapevole.

Ricevi un preventivo senza impegno

Commenti Facebook: