Apple Watch 2 non avrà bisogno di iPhone, dice un analista

Timothy Arcuri, analista presso Cowen & Co., sostiene che entro la fine del 2015 la casa di Cupertino (California, USA) proporrà in vendita un Apple Watch di seconda generazione in grado di funzionare appieno senza la necessità di collegarsi ad iPhone tramite Bluetooth o Wi-Fi. Lo scorso dicembre, Arcuri ha diffuso una nota agli investitori nella quale l’analista ha suggerito il debutto a scaffale nel 2015 di un nuovo modello di melafonino con display da 4 pollici, destinato a sostituire iPhone 5C

Le previsioni di Timorhy Arcuri, analista presso Cowen & Co
La seconda generazione di Apple Watch funzionerà senza tethering con iPhone

Apple Watch, il primo orologio intelligente con il logo della Mela morsicata, sarà disponibile per l’acquisto nei mercati di Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, Regno Unito e USA da venerdì 24 aprile 2015.

Tim Cook e compagnia descrivono Apple Watch come «un orologio incredibilmente preciso e personalizzabile», «un dispositivo di comunicazione immediato e personale», «un compagno rivoluzionario per la salute e il fitness».

La pressoché totalità delle funzioni in dote ad Apple Watch muove dall’interazione con iPhone, nello specifico con iPhone 5, iPhone 5C, iPhone 6 e iPhone 6 Plus, aggiornati ad iOS 8.2 o versioni successive.

In altri termini, per sfruttare appieno l’intelligenza dell’orologio firmato dalla casa di Cupertino, è necessario disporre di un iPhone e collegare quest’ultimo ad Apple Watch tramite Bluetooth o Wi-Fi.

Confronta tariffe con iPhone incluso

Secondo Timothy Arcuri, analista in forze a Cowen & Co., entro la fine del 2015 Apple lancerà un Apple Watch 2, un orologio intelligente di seconda generazione, che non avrà bisogno di iPhone per funzionare appieno.

Arcuri non è nuovo nel fornire previsioni sui progetti in cantiere presso il quartier generale di Apple. L’analista aveva anticipato alcuni dettagli di iPhone 6 nel gennaio del 2014, rivelatisi poi corretti, mentre aveva sbagliato pronostico con iPhone 6 Plus, sostenendo che la declinazione phablet del melafonino sarebbe stata spinta da un chip più potente.

Lo scorso dicembre, in una nota agli investitori, Arcuri ha scritto che nel 2015 Apple potrebbe proporre in vendita un modello di iPhone caratterizzato da un display con diagonale da 4 pollici, probabilmente destinato a rimpiazzare iPhone 5C a scaffale. Una sorta di iPhone 6S mini.

Commenti Facebook: