Apple: Tim Cook contro tutti in un intervista a BusinessWeek

BusinessWeek è riuscito a farsi concedere un’intervista con TIM Cook, il CEO di casa Apple, che sta già suscitando discussioni e qualche polemica. Il motivo è legato ad alcune dichiarazioni contro la concorrenza, in particolare Microsoft e Nokia.

Secondo l'ad di Apple gli smartphone economici sono spazzatura
Il CEO del colosso di Cupertino non risparmia frecciate a Microsoft e Nokia

Secondo Cook, il colosso di Redmond starebbe copiando la strategia di Apple (in realtà la frase recitava “tutti copiano le strategie di Apple”). Non solo: Nokia, la principale partner di Microsoft e da qualche settimana parte integrante di essa per quanto riguarda la sezione Dispositivi, sarebbe ormai un marchio defunto. Questo perché non sarebbe stata capace di innovarsi e, secondo l’ad, “non innovare e morire.

Un attacco decisamente pesante verso una società, quella nord europea, che negli ultimi anni è risuscita comunque ad uscire dal vortice negativo rappresentato dall’immobilismo di Symbian, puntando su una piattaforma, Windows Phone, in lenta ma costante crescita (ricordiamo che oggi rappresenta la terza piattaforma mobile al mondo, davanti ad un BlackBerry OS in affanno).

Scopri tariffe con iPhone incluso

Il CEO del gruppo californiano, inoltre, si scaglia contro gli smartphone più economici sul mercato: “c’è sempre una fetta di spazzatoria, non non siamo su questo mercato”. Specificando ciò, Cook vuole rispondere alle critiche sul prezzo dell’iPhone 5C, considerato troppo caro e troppo vicino al costo del top di gamma, e sottolineando il target di riferimento della società, lontano dai prodotti di scarsa qualità.

Insomma, un Tim Cook agguerrito, tutt’altro che preoccupato del rallentamento della società di questi ultimi trimestri e del calo in borsa. Secondo l’ad sono movimenti normali per un titolo tecnologico: non è necessario essere entusiasti per un’impennata delle azioni o essere disperati per un calo, questo è il succo del suo punto di vista.

Vedremo se l’intervista e gli attacchi alla concorrenza riceveranno nei prossimi giorni una risposta da parte delle società chiamate in causa dall’amministratore delegato della Mela morsicata.

Commenti Facebook: