Anche Google sbaglia, stop alle vendite online del Nexus One

Google blocca le vendite online del Nexus One: lo smartphone prodotto con HTC è stato un flop in tutto e per tutto. La strategia di acquisto solo online senza vincoli di contratto non ha permesso una distribuzione e una promozione adeguata.

Google voleva scavalcare gli operatori, vendere il telefono senza riconoscere nessuna percentuale ai negozi e non regalare clienti ai carrier con costosi abbonamenti forzati: a Mountain View doveva valere ancora una volta il principio “user is the king” e far si che l’utente potesse scegliere liberamente con che operatore utilizzare il Nexus One. Così facendo anche Google ne avrebbe beneficiato con una notevole riduzione dei costi, che si trasforma in una riduzione del prezzo finale di vendita.

Ma così non va: le vendite sono state inferiori a qualsiasi aspettativa e quindi Google ha bloccato la possibilità di acquisto online del Nexus One per lavorare (anche in esclusiva) con gli operatori telefonici che si prenderanno carico della distribuzione dei prossimi cellulari di BigG.

google-nexus-one

Comprare un telefono da quasi 500 euro, senza provarlo con mano non funziona: il mondo non è virtuale e questo è stato il primo sbaglio di Google. Inoltre, se ci sono problemi, i clienti ri recano in modo tradizionale ancora nei punti vendita e Google ha dimenticato o ha assegnato poco peso a questo fondamentale comportamento dei clienti.

Il tentativo visto le vendite è andato male o forse semplicemente troppo virtuale per il mondo di  oggi, anche perchè molti utenti poco pratici o al primo acquisto, difficilmente si sarebbero accontentati di qualche recensione e dell’acquisto online, senza possibilità di provarlo in prima persona come avviene nei normali negozi.

490 euro tutti e subito:  non è stata data alcuna possibilità di finanziamento o di rateizzazione, al contrario dell’iPhone che è possibile acquistarlo pagandolo in un canone mensile con chiamate, sms e internet incluso. Il prezzo è maggior ma lo si paga in 1-2 anni.

Google cambia e si affida a Vodafone: dal prossimo mese in Inghilterra sarà venduto con l’abbonamento Vodafone a 35 sterline/mese con una tariffa all-inclusive che garantirà chiamate, sms e traffico dati.

gle blocca le vendite online del Nexus One: lo smartphone prodotto con HTC è stato un flop in tutto e per tutto. La strategia di acquisto solo online senza vincoli di contratto non ha permesso una distribuzione e una promozione adeguata.

Google voleva scavalcare gli operatori, vendere il telefono senza riconoscere nessuna percentuale ai negozi e non regalare clienti ai carrier con costosi abbonamenti forzati: a Mountain View doveva valere ancora una volta il principio “user is the king” e far si che l’utente potesse scegliere liberamente con che operatore utilizzare il Nexus One. Così facendo anche Google ne avrebbe beneficiato con una notevole riduzione dei costi, che si trasforma in una riduzione del prezzo finale di vendita.

Ma così non va: le vendite sono state inferiori a qualsiasi aspettativa e quindi Google ha bloccato la possibilità di acquisto online del Nexus One per lavorare (anche in esclusiva) con gli operatori telefonici che si prenderanno carico della distribuzione dei prossimi cellulari di BigG.

google-nexus-one

Comprare un telefono da quasi 500 euro, senza provarlo con mano non funziona: il mondo non è virtuale e questo è stato il primo sbaglio di Google. Inoltre, se ci sono problemi, i clienti ri recano in modo tradizionale ancora nei punti vendita e Google ha dimenticato o ha assegnato poco peso a questo fondamentale comportamento dei clienti.

Il tentativo visto le vendite è andato male o forse semplicemente troppo virtuale per il mondo di  oggi, anche perchè molti utenti poco pratici o al primo acquisto, difficilmente si sarebbero accontentati di qualche recensione e dell’acquisto online, senza possibilità di provarlo in prima persona come avviene nei normali negozi.

490 euro tutti e subito:  non è stata data alcuna possibilità di finanziamento o di rateizzazione, al contrario dell’iPhone che è possibile acquistarlo pagandolo in un canone mensile con chiamate, sms e internet incluso. Il prezzo è maggior ma lo si paga in 1-2 anni.

Google cambia e si affida a Vodafone: dal prossimo mese in Inghilterra sarà venduto con l’abbonamento Vodafone a 35 sterline/mese con una tariffa all-inclusive che garantirà chiamate, sms e traffico dati.

Commenti Facebook: