Amazon sfida WhatsApp con Anytime

Secondo un recente report, Amazon avrebbe quasi terminato lo sviluppo della sua personale applicazione di messaggistica, Anytime, caratterizzata soprattutto dalla possibilità di chattare con i propri amici semplicemente usando il loro nome e slegata, a differenza di WhatsApp, dai numeri di telefono. E naturalmente ci saranno funzionalità specifiche per gli acquisti e l’e-commerce: di seguito, quello che si sa fino ad ora.

Previste funzioni speciali per gli acquisti e le chat di gruppo

Anche Amazon avrà il suo programma di messaggistica?

Era probabilmente questione di tempo: la volontà manifesta di ogni colosso del digitale – Amazon, Apple, Facebook, Google, Microsoft – è proporre gli stessi servizi in un ecosistema integrato, ed è ormai difficile che qualcuno dei nomi citati sia davvero monopolista. Con sempre meno distinzioni tra hardware o software, tutti o quasi tutti hanno le loro versioni di sistemi operativi, social network, assistenti domestici, tablet e smartphone. E programmi di messaggistica.

È Facebook, qui, ad avere la meglio, con WhatsApp – pagato a carissimo prezzo – e Messenger; Apple ha Messaggi, Microsoft ha Skype, Google ne propone addirittura 6 (Allo, Duo, Hangouts, Hangouts Chat, Hangouts Meet, Android Messages). Mancava Amazon, che a quanto pare secondo un report di AFTV News, ha deciso di cimentarsi anche in questo ambito con un’applicazione chiamata Anytime, a quanto pare già in dirittura d’arrivo.

Le funzionalità di Anytime e le @mentions

Disponibile (e non potrebbe essere altrimenti) sia per iOS che per Android con Internet mobile e in versione desktop, sulle prime Anytime non si differenzia dai competitor: chat testuale con possibilità di inviare anche video e immagini, GIF, adesivi, emoji, filitri per le foto à la Snapchat, possibilità di condividere la propria posizione con il GPS e perfino dividersi il conto da pagare.
Scopri le offerte Internet mobile »
L’architettura sarà, però, del tutto diversa, perché pare che Anytime sia non legata ai numeri di cellulare degli utenti; in altre parole, a differenza di WhatsApp per aggiungere un amico a una conversazione sarà sufficiente usare una “@mention”, cioè citare il suo nome/nick con chiocciola davanti; non è ancora chiaro come funzioni – probabilmente prendendo le informazioni dagli altri social network – ma in questo modo sarebbe garantita un’immediatezza senza precedenti.

Grande attenzione verrà riservata anche al problema della privacy, da sempre uno dei più scottanti quando si parla di messaggistica, grazie a un’avanzata crittografia che riguarderà le informazioni più riservate, come i numeri di conto bancari. Prevista anche l’integrazione con Alexa, l’assistente domestico di Amazon.

Altre funzionalità di Anytime dovrebbero riguardare la possibilità di giocare con i propri amici, ascoltare musica insieme (probabilmente dal servizio di streaming dell’azienda di Seattle), personalizzare la chat con il color coding e una serie di servizi dedicati, in pieno stile Amazon, agli affari, con la possibilità di effettuare prenotazioni, controllare i propri ordini e perfino acquistare prodotti.

Commenti Facebook: