AGCOM: risoluzione delle controversie più breve

L’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha voluto rendere più semplice e veloce la risoluzione delle controversie con gli operatori telefonici.

In particolare, la nuova delibera del 14 ottobre 2009 n. 479, vuole semplificare i casi in cui il gestore non accetta il reclamo e, quindi, si deve dare avvio alla conciliazione obbligatoria.

I mezzi privilegiati per lo scambio di informazioni e comunicazioni sono Internet e fax e risulta non più obbligatoria la convocazione di entrambe le parti in udienza.

Grazie a questa delibera, quindi, tutto il processo di conciliazione potrà essere effettuato in via telematica e, entro dieci giorni, si potrà venire a conoscenza dell’accettazione di conciliazione o meno da parte del gestore o se si deve ricorrere al giudice.

Questa delibera è stata voluta per velocizzare le tempistiche di conciliazione e avere una risposta certa in tempi brevi.

E’ stato inserito un ulteriore divieto da parte dell’Agcom riguardo alla possibilità di ripresentare richiesta di riconciliazione relativamente a controversie precedenti non andate a buon fine.

gcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha voluto rendere più semplice e veloce la risoluzione delle controversie con gli operatori telefonici.

In particolare, la nuova delibera del 14 ottobre 2009 n. 479, vuole semplificare i casi in cui il gestore non accetta il reclamo e, quindi, si deve dare avvio alla conciliazione obbligatoria.

I mezzi privilegiati per lo scambio di informazioni e comunicazioni sono Internet e fax e risulta non più obbligatoria la convocazione di entrambe le parti in udienza.

Grazie a questa delibera, quindi, tutto il processo di conciliazione potrà essere effettuato in via telematica e, entro dieci giorni, si potrà venire a conoscenza dell’accettazione di conciliazione o meno da parte del gestore o se si deve ricorrere al giudice.

Questa delibera è stata voluta per velocizzare le tempistiche di conciliazione e avere una risposta certa in tempi brevi.

E’ stato inserito un ulteriore divieto da parte dell’Agcom riguardo alla possibilità di ripresentare richiesta di riconciliazione relativamente a controversie precedenti non andate a buon fine.

Commenti Facebook: