Adsl in Emilia Romagna per 80.000 cittadini in più

Un importante passo in avanti per ridurre il digital divide: avranno accesso alla banda larga entro l’anno 80 mila cittadini in più dell’Emilia-Romagna.

Telecom Italia realizzerà entro fine anno numerosi interventi di adeguamento sulle reti che permetteranno di ridurre di due punti percentuali – dal 12% al 10% – il divario digitale. Tutto questo è stato possibile grazie al comitato tecnico paritetico attivato con l’accordo datato Aprile tra Regione, Lepida SpA e Telecom Italia.

Il divario digitale sarà colmato in 54 nuovi comuni dell’Emilia-Romagna soprattutto nelle zone dell’Appennino, anche in modalità wireless attraverso la partnership con Infratel. In base alle previsioni del Comitato, complessivamente ammodernando un centinaio di centraline. 71 centraline saranno rimodernate entro l’anno mentre le ultime 30 nel corso del 2011.

Non sarà obbligatorio scegliere Telecom ma si potrà navigare con una delle migliori offerte adsl, grazie all’allaccio alla banda larga entro dicembre.

Importante il supporto della regione: la banda larga non è un lusso ma una necessità per far crescere la comunità regionale nel suo insieme.

Telecom si ritrova quindi impegnata su più fronti ad aumentare la banda di una rete ormai vecchia e piena di problemi. E intanto la NGN aspetta.

te passo in avanti per ridurre il digital divide: avranno accesso alla banda larga entro l’anno 80 mila cittadini in più dell’Emilia-Romagna.

Telecom Italia realizzerà entro fine anno numerosi interventi di adeguamento sulle reti che permetteranno di ridurre di due punti percentuali – dal 12% al 10% – il divario digitale. Tutto questo è stato possibile grazie al comitato tecnico paritetico attivato con l’accordo datato Aprile tra Regione, Lepida SpA e Telecom Italia.

Il divario digitale sarà colmato in 54 nuovi comuni dell’Emilia-Romagna soprattutto nelle zone dell’Appennino, anche in modalità wireless attraverso la partnership con Infratel. In base alle previsioni del Comitato, complessivamente ammodernando un centinaio di centraline. 71 centraline saranno rimodernate entro l’anno mentre le ultime 30 nel corso del 2011.

Non sarà obbligatorio scegliere Telecom ma si potrà navigare con una delle migliori offerte adsl, grazie all’allaccio alla banda larga entro dicembre.

Importante il supporto della regione: la banda larga non è un lusso ma una necessità per far crescere la comunità regionale nel suo insieme.

Telecom si ritrova quindi impegnata su più fronti ad aumentare la banda di una rete ormai vecchia e piena di problemi. E intanto la NGN aspetta.

Commenti Facebook: