Addio agli SMS, sempre più italiani non li inviano più

WhatsApp & co. hanno probabilmente accelerato la dipartita degli SMS che, almeno sul mercato italiano, continuano a rappresentare una crescente rarità. A sostenerlo è l’ultimo Osservatorio Agcom, che fornisce una statistica piuttosto impietosa sui vecchi e cari (in tutti i sensi) brevi messaggi di testo.

Cala del 20% il numero degli SMS inviati in Italia
Cala del 20% il numero degli SMS inviati in Italia

Secondo quanto ribadito dal bilancio 2013 dell’Agcom, l’Autorità garante delle comunicazioni, gli italiani che navigano sulla rete in mobilità sono circa 40 milioni. Di questi, una parte prevalente utilizza delle app in grado di garantire l’interscambio in tempo reale di messaggi istantanei, pressochè sostitutivi dei tradizionali SMS.

Scopri le tariffe internet»

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: secondo quanto afferma l’Agcom, infatti, gli SMS ordinari avrebbero subito un calo del 20% nel corso dell’ultimo anno, per un volume pari a 76,7 miliardi nel corso dell’ultimo anno.

Se i messaggi tramite WhatsApp & co. sembrano ben sostituire gli SMS, la stessa logica sostitutiva non sembra stia avvenendo con grande lena nei confronti del traffico voce: il VoIP, cioè il sistema di chiamate tramite protocollo internet, continua a conquistare l’affetto di nuovi utenti, ma le chiamate tradizionali sembrano farla ancora da padrona…

Commenti Facebook: