Installazione pannelli solari e garanzie sull'impianto


Chiarisci i tuoi dubbi sulla fattibilità del progetto e scopri qual è la soluzione giusta per la tua abitazione.

Come faccio a scegliere l’impianto giusto per la mia abitazione? 

Le aziende che si occupano di installare e collaudare gli impianti fotovoltaici effettuano un sopralluogo e uno studio preventivo sulla fattibilità del progetto, sull’ubicazione e sull’esposizione dell’abitazione, oltre che sulle esigenze del cliente; sono quindi in grado di supportare al meglio il cliente nella scelta dell’investimento migliore.

Come e dove installare l’impianto? 

Di solito i pannelli solari s’installano sui tetti, anche inclinati, l’impianto può però anche poggiarsi a terra o essere integrato nel tetto. Occorre una superficie di circa 8-10 mq per ogni kW di potenza installato. L’impianto fotovoltaico si compone di:

  • pannelli solari (i moduli) che producono corrente continua
  • inverter, cioè il dispositivo che consente di trasformare l’energia solare in corrente alternata
  • contatore bidirezionale, in aggiunta a quello tradizionale permette cedere energia in eccesso
  • batterie d’accumulo (eventuali)
  • ottimizzatori (eventuali) per migliorare la resa dei pannelli solari.

L’impianto non crea inquinamento elettromagnetico e non è rumoroso. L’inverter potrebbe emettere un leggero ronzio.

Da quali garanzie è coperto l’impianto?

Esistono principalmente due tipologie di garanzia:

  • La garanzia sul prodotto che copre da guasti e malfunzionamenti dovuti a difetti di fabbricazione e che a seconda dell’impresa che fornisce l’impianto può variare tra i 10 e i 25 anni.
  • La garanzia sul rendimento che tutela il cliente dall’abbassamento della resa dell’impianto al di sotto di una certa soglia, valida anch’essa - a seconda dell’impianto e dell’installatore scelto - dai 5 ai 10 anni.

Devo modificare il mio impianto elettrico?

No, non è necessario. Sia l’impianto fotovoltaico, che l’inverter, i sistemi di accumulo e gli strumenti di monitoraggio e/o gestione a distanza vengono collegati al quadro già esistente. Infine al contatore esistente viene aggiunto un contatore bidirezionale necessario per la cessione di energia alla rete.

Quali interventi in casa dovrò effettuare per installare un impianto fotovoltaico?

I lavori per la realizzazione di un impianto fotovoltaico consistono principalmente nell’installazione dei pannelli solari all’esterno collegati a un inverter e a un quadro elettrico apposito, generalmente posizionati in un locale chiuso. Non sono necessarie modifiche strutturali invasive dell’abitazione per integrare un impianto fotovoltaico, sono invece previste opere murarie sul tetto per l’apposizione dei pannelli e di eventuali strutture di sostegno necessarie.

Come richiedere il Bonus Condizionatori a Giugno 2021?

Il Bonus Condizionatori è un'importante opportunità di risparmio sull'acquisto di un nuovo sistema di raffrescamento di casa. Tale bonus consistente in una detrazione fiscale sull'importo pagato dal contribuente per l'acquisto di un nuovo condizionatore. La normativa consente di accedere ad una detrazione fiscale al 50% o al 65% in base alla tipologia di intervento realizzato. Da notare che c'è anche la possibilità di accedere al Superbonus al 110% nel caso in cui l'acquisto e l'installazione del nuovo condizionatore avvenga in parallelo alla realizzazione di specifici lavori di riqualificazione energetica dell'immobile. Ecco, quindi, come richiedere il Bonus Condizionatori a giugno 2021.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Quali sono le detrazioni fiscali 2021 per condizionatori?

Con l'estate oramai alle porte, si avvicinano le giornate di caldo intenso e diventa necessario accendere il condizionatori. Chi non ha ancora questo tipo di elettrodomestico, oppure ha la necessità di sostituirlo per puntare su di una soluzione più moderna ed efficiente, potrà contare sulle detrazioni fiscali per condizionatori disponibili per il 2021. A disposizione dei contribuenti italiani, infatti, ci sono svariate opzioni su cui puntare per ammortizzare la spesa per l'acquisto di uno o più condizionatori. Vediamo tutti i dettagli.