Come ottenere un prestito senza conto corrente?


Negli ultimi anni, complice la crisi economica e finanziaria, le banche sono sempre più riluttanti ad accettare la richiesta di un prestito personale e spesso trovano ostacoli che in realtà non sono tali. Questo è il caso del conto corrente accessorio al finanziamento, il quale non è obbligatorio in assoluto. In effetti, si può avere un prestito personale senza conto corrente. Ecco alcune alternative. 

requisiti prestito personale

Prestito personale e prestito online

Richiedere un prestito senza conto corrente è possibile. In ogni caso, le banche opporranno sempre una certa resistenza al momento di erogare un finanziamento ad un cliente che non è titolare di un conto corrente, perché durante anni la prassi "imponeva" l’apertura di un conto come condizione di base per l'erogazione di un finanziamento, ma in realtà è solo perché ci sarebbero condizioni più "vantaggiose" riservate ai correntisti.

Tuttavia, i non titolari di un conto corrente possono comunque ottenere un prestito. Bisogna però disporre di un mezzo su cui accreditare la somma richiesta, perché la legislazione anti-riciclaggio non consentirebbe mai l'erogazione di un finanziamento in contanti, a meno che sia una cifra inferiore ai 1.000 euro.

Una delle migliori soluzioni per ottenere un prestito in assenza di conto consiste nel ricorrere al prestito online senza conto corrente, che potrà essere richiesto per le motivazioni più diverse, come per esempio per problemi economici provocati dal covid. 

Un esempio è il prestito Findomestic senza conto corrente, che permette di fare la propria richiesta di finanziamento direttamente online, in modo facile e veloce. 

Come chiedere un prestito senza conto corrente

Innanzitutto bisogna dire che, in caso si sia titolare di un conto corrente, conviene prima controllare che presso la propria banca non vi siano offerte speciali riservate ai già clienti. Non necessariamente, però, bisogna avere un conto corrente presso l'istituto dove si vuole far richiesta del finanziamento: è possibile recarsi presso qualsiasi banca o società finanziaria per richiedere un prestito, anche se non si è clienti di tale banca o società. Come funziona, dunque, il finanziamento senza conto corrente?

Coloro che non hanno conto corrente possono chiedere un finanziamento se sono in possesso di una carta prepagata tipo PostePay. I prestiti personali senza busta paga Poste Italiane potranno essere richiesti dai possessori di PostePay Evolution, che avranno diritto al mini prestito online immediato. 

Nello specifico, si tratta di un piccolo prestito:

  • da rimborsare in 22 rate fisse;
  • a partire da 1.000 euro fino a 3.000 euro. 

Mini Prestito BancoPosta è molto facile da gestire in quanto si riceverà l'importo del finanziamento direttamente sulla propria carta PostePay. Il richiedente dovrà avere un'età compresa tra i 18 e i 76 anni, la residenza in Italia e un reddito da lavoro/pensione dimostrabile, prodotto in Italia. 

Prestito senza conto corrente con carta prepagata

Ci sono altre carte prepagate che dispongono di codice IBAN o carte conto che ammettono l'addebito diretto delle somme erogate. Presentano il vantaggio di una comoda gestione online o telefonica, e servono anche per gli acquisti, la domiciliazione delle utenze o l'accredito di stipendio o pensione, senza i vincoli di un conto corrente vero e proprio.

D'altronde, i prestiti finalizzati ovvero quelli che riguardano l'ottenimento di un bene o un servizio determinato, non richiedono l'apertura di un conto corrente. Sono molto utilizzati nei supermercati o la grande distribuzione, ad esempio per l'acquisto di elettrodomestici o beni di un determinato valore.

Non erogano una determinata somma di denaro in contanti, bensì offrono la possibilità di contrazione di un prestito rimborsabile secondo un determinato piano di ammortamento con pagamenti rateali mensili. Per maggiori informazioni su quali sono i prestiti più convenienti e le principali caratteristiche e condizioni economiche, rimandiamo al nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Dove posso chiedere un prestito senza busta paga?

Oltre ai prestiti senza conto corrente, un altro caso nel quale potrebbe essere più complicato riuscire a richiedere un finanziamento è quello in cui non si ha una busta paga. Tuttavia, ottenere un prestito senza busta paga potrebbe essere sì complicato, ma non impossibile. 

In questa ipotesi, considerato che la busta paga rappresenta una garanzia da dare per la restituzione dell'importo del finanziamento, si dovrà fornire alla banca una diversa tipologia di garanzia attraverso la quale assicurare la copertura del debito. Potrebbe trattarsi, per esempio, dell'entrata derivante da un canone di locazione.

Per ottenere un prestito senza busta paga, si consiglia di andare alla ricerca dei migliori prestiti personali online, tramite l'utilizzo di uno strumento di comparazione attraverso il quale si potranno ottenere dei preventivi gratuiti. 

Come funziona il prestito COVID per Partiva IVA?

Il coronavirus è stata una brutta bestia (e purtroppo lo è ancora), sotto molti punti di vista: i professionisti in Partita IVA e la PMI hanno subito un duro colpo, ma il Governo ha messo a disposizione dei finanziamenti per sostenerli. Quando si parla di prestito covid per partita IVA si può, dunque, fare riferimento al Fondo di garanzia per le PMI: vediamo di seguito come funziona. 

Come attivare un prestito senza busta paga e senza garante? 

Richiedere un prestito comporta generalmente alcune garanzie, prima fra tutte la busta paga. Quali sono le soluzioni che permettono di poter attivare un prestito anche nel caso in cui non si fosse lavoratori dipendenti o non si avesse la disponibilità di un garante? Ecco quali sono le migliori soluzioni alle quali si potrà avere accesso. 

Prestito infruttifero tra parenti: che cosa è e come funziona

I prestiti tra parenti o tra familiari sono un’abitudine assai diffusa e che, in genere, viene utilizzata come alternativa ai prestiti bancari. Vediamo di seguito come funziona una particolare tipologia di prestito tra parenti, che prende il nome di prestito infruttifero. 
Hai bisogno di maggiori informazioni?